Milano, Sala e De Magistris accendono il presepe napoletano a Palazzo Marino

Rivalità tra Nord e Sud? Di certo non a Natale. Oggi infatti Giuseppe Sala e Luigi De Magistris, i sindaci di Milano e Napoli, hanno acceso le luci del presepe napoletano a Milano, che sarà visibile per tutto il periodo natalizio a Palazzo Marino.

La tradizione del presepe napoletano del Settecento entra, con tutta la sua bellezza, nel cortile d’onore di Palazzo Marino, sede dell’amministrazione comunale di Milano. La meravigliosa rappresentazione artistica resterà esposta nella “casa dei milanesi”, per donare ai cittadini e ai turisti il calore di un Natale dal sapore antico.

Il presepe esposto a Palazzo Marino è estremamente ricco: circa novanta statuine e centinaia di piccoli oggetti disposti ad arte, che riproducono scene di vita in vicoli e scalinate popolate da variopinta umanità. Il tutto fa cornice e preludio di una splendida natività, che mai come quest’anno ha un sapore di pace e fratellanza.

Bellezza allo stato puro”. Così Giuseppe Sala, sindaco di Milano, ha commentato l’opera d’arte. “Il presepe che la città di Napoli ha donato a Milano per il periodo natalizio  è davvero sorprendente per ricchezza di personaggi e minuzia di particolari. Impossibile davvero non soffermarsi ad ammirarlo oltre il primo sguardo.”

Essere insieme qui, con il nostro presepe, è un forte messaggio di amicizia con Milano e per costruire insieme“, afferma il sindaco di Napoli Luigi de Magistris. “Napoli e Milano, io e Beppe, un percorso di fratellanza tra popoli diversi.

Il presepe napoletano esposto a Milano è stato allestito personalmente dagli artisti, autori di tutte le statuine, una per una. È realizzato in legno, sughero e stucco e raffigura le tre tipiche scene del presepe napoletano: la natività,l’annuncio ai pastori e la taverna. Si tratta di pezzi unici con corpo in fil di ferro e stoppa, teste, mani e piedi in terracotta o legno dipinti a mano, occhi in vetro, con vestiti in stoffe pregiate, ricamate a mano.

Le scene del presepe sono completate da animali in terracotta policroma, minuterie in legno, metallo, porcellana, maiolica dipinta a mano, cesti con cere e strumenti musicali tipici dell’epoca. L’opera è stata realizzata dall’Associazione Italiana Amici del Presepio, un ente culturale di interesse regionale e comunale.

Insomma, quest’anno l’atmosfera natalizia a Milano avrà qualcosa in più: il profumo della nostra Napoli. Dopo che le statuette di San Gregorio Armeno hanno invaso le strade della città, adesso anche a Palazzo Marino sarà possibile ammirare un presepe napoletano del Settecento, e perdersi nelle sue scene senza tempo.

Potrebbe anche interessarti