Qualità della vita 2019, Napoli ancora agli ultimi posti: vince Milano

qualità della vitaSecondo quanto emerge dal report annuale sulla qualità della vita del Sole24Ore, anche quest’anno la differenza tra nord e sud è abissale. L’edizione del 2019, che misura il benessere nelle province e nelle città metropolitane italiane con 90 indicatori, mette in luce le performance positive delle grandi città, ma anche i primati delle province autonome di Trento, Bolzano e Aosta. Ultima classificata, per il quarto anno consecutivo, resta Caltanissetta.

Napoli sale di 13 posizioni ma è ancora tra gli ultimi posti (81esima). Anche Salerno recupera qualche posizione ma è sempre nella parte bassa essendo 86esima nella classifica generale e addirittura ultima in Italia per ricchezza e consumi.

Per la categoria ricchezza e consumi, Napoli è 104esima, seguono poi Avellino (105) e Salerno (107). Per quanto concerne Giustizia e sicurezza è 102esima. Ambiente, lavoro e servizi sono le note negative bilanciate invece da cultura e tempo libero e demografia e società che la fanno salire in classifica.

Milano vince per il secondo anno consecutivo la Qualità della vita 2019. Bolzano, Trento e Aosta seguono il capoluogo lombardo ottenendo il primato ciascuna in una o più categorie: Bolzano nella Demografia e società, Trento in Ambiente e servizi e Aosta in Ricchezza e consumi.

Nella top ten delle città più vivibili, dove si incontrano anche Trieste (5ª) e Treviso (8ª), quest’anno entrano Monza e Brianza, che sale di 17 posizioni fino alla sesta. Verona quest’anno arriva al settimo posto. A chiudere la top ten sono le città di Venezia e Parma che salgono rispettivamente di 25 e 19 piazzamenti.

Clicca qui per vedere nel dettaglio la classifica.

Potrebbe anche interessarti