Il Sud non attira turisti. Ecco i dati pubblicati da Confcommercio

turismo Mare sud

E chi lo avrebbe mai detto che il Mezzogiorno, nonostante i suoi paesaggi mozzafiato, il suo immenso capitale artistico e cultuale e il suo patrimonio enogastronomico d‘eccellenza, non riesca ad attirare turisti? Eppure incredulità a parte, i numeri parlano chiaro: solo il 13,2% dei turisti stranieri sceglie le regioni del Sud quando si reca in Italia mentre il 44,3% preferisce spingersi nel Nord-Est. A denunciare la situazione, un’indagine condotta da Confcommercio al fine di evidenziare l’incredibile condizione in cui versa il sud Italia, ricco di risorse e potenzialità inespresse.

Una realtà che sembra nascere dalla volontà dei vecchi politici di turno, pronti a trasformare queste terre in zone industrializzate, dimenticando completamente le principali attività terziarie, come il turismo, tanto care alle regioni del Sud vista la loro bellezza paesaggistica ed ambientale. E così, nonostante le svariate politiche di sviluppo, la forbice tra Nord e Sud si amplia lasciando emergere una situazione sempre più preoccupante.

Il presidente Carlo Sangalli si dimostra però piuttosto ottimista nei confronti del futuro aggiungendo che: ”Per segnare il gol della crescita, noi abbiamo bisogno di due punte importantissime e indispensabili: i giovani e il Mezzogiorno. Con queste due punte noi certamente riusciremo a segnare il gol della crescita- aggiunge poi- Senza un’inversione di questa tendenza sarà difficile per l’Italia intraprendere un sicuro percorso di ripresa a lungo termine”.

Spietati ed allarmanti i numeri che svelano una situazione piuttosto deprimente: Il Pil pro capite del Sud nel 2013 (17.224 euro) scende al 55,2% di quello del Nord-Ovest (32.102) e nel 2015 sarà inferiore al 55%. Penosa anche la condizione lavorativa che tra il 1995 e il 2013 al Sud si è ridotta del 5,2%, mentre nel Nord-Ovest è aumentata della stessa percentuale.

La soluzione a tutto questo c’è, esiste e va ricercata nelle potenzialità che questa parte di Italia nasconde. Bisogna costruire un’offerta turistica suggestiva ed attraente, realizzando infrastrutture necessarie per trasportare merce e cittadini in maniera più semplice ed efficiente! Bisogna colmare questo distacco partendo dai giovani del sud, dalle giovani realtà e da un modo del tutto nuovo di fare impresa.

Potrebbe anche interessarti