Mastrota contro l’abbandono di materassi a Napoli: “Diamogli una degna sepoltura”

Una cattiva abitudine quella di Napoli e provincia di abbandonare i materassi per strada. Tanti sono gli avvistamenti ogni giorno, per strada, sui marciapiedi, nelle piazze.

Proprio in questi giorni, in prossimità della festa di Sant’Antuono e dei tradizionali fuocarazzi, non di rado i materassi sono “vittime” dei fuochi col rischio di fiamme altissimo. Così il programma di Radio Marte “La Radiazza” ha pensato di rivolgere un appello al “re delle televendite” Giorgio Mastrota contro il loro abbandono.

Il popolare volto della tv ha risposto con ironia all’invito dello speaker Gianni Simioli: “Lo dico sorridendo, ma quando un materasso muore per me è una tristezza, mi colpisce nel profondo del cuore – ha detto –. È anche vero che quando vedo un materasso abbandonato, vuol dire che qualcuno lo sta cambiando, quindi per me sarebbe un bene. Ma al materasso bisognerebbe dare degna sepoltura”.

Sul materasso passiamo un terzo della nostra vita, perciò bisogna lasciarlo in un posto in cui sappiamo che possa stare bene, non abbandonarlo per strada – ha continuato Mastrota –. Ogni volta che lo vedo per strada mi vengono le lacrime, mi mette una tristezza che non si può capire».

Una brutta abitudine che non è solo napoletana: “Questo fenomeno non avviene solo a Napoli o al sud, accade anche a Milano. Ma bisogna abbandonare questa tradizione e dargli degna sepoltura“.

Potrebbe anche interessarti