Virus cinese, allerta anche a Napoli: al Cotugno pronte due stanze isolamento

Il Coronavirus inizia a spaventare anche l’Italia, per via del traffico passeggeri con la Cina. All’ospedale Cotugno sono state già allertate le stanze ad alto isolamento. Come riferisce ilmattino.it.

In Campania di riferimento c’è l’azienda dei Colli con il Monaldi e il Cotugno, presidio monospecialistico per le malattie infettive.

Entro pochi giorni – avverte Luigi Atripaldi, dirigente responsabile del laboratorio del Monaldi – dal ministero della Salute arriveranno i kit per la diagnosi precoce del microrganismo su base molecolare. In ogni caso sospetto bisognerà cercare il virus e nel caso di riscontro positivo mettere in atto specifici percorsi per il ricovero in isolamento. Al Cotugno abbiamo due camere a pressione negativa realizzate nel 2003 durante l’allarme per la Sars e poi negli anni adeguate e funzionali anche ad eventuali casi di ebola. Finora – conclude Atripaldi – sono state utilizzate solo in alcuni casi sospetti e per la Tubercolosi. Il genoma del coronavirus cinese è già stato sequenziato dalle autorità sanitarie cinesi che ne hanno poi trasmesso il profilo genetico agli altri Paesi sia per mettere a punto il kit diagnostico sia per lo sviluppo di vaccini. Insieme alla collega Claudia Tiberio, responsabile del laboratorio del Cotugno, rappresentiamo i punti di riferimento in Campania per tutte le aziende sanitarie che necessitano di inviare campioni nei casi sospetti di patologie infettive contagiose e diffusive compreso questo nuovo virus”.

I vertici dell’azienda dei Colli in Campania domani si incontreranno con i vertici dell’aeroporto internazionale di Capodichino per siglare un accordo. La collaborazione prevede un diretto accesso al Cotugno per i pazienti che dai controlli in aeroporto dovessero risultare sospetti.

Potrebbe anche interessarti