Napoli, alimenti venduti in strada in pessime condizioni. Sequestrati 105 chili di prodotti

NAPOLI – Continuano i controlli del Comando Provinciale di Napoli per la sicurezza alimentare. Denunciate 5 persone nella zona est del capoluogo partenopeo per un totale di 105 chili di prodotti sequestrati.

Come riportato da la Repubblica, a Ponticelli è stato denunciato un 77enne sorpreso a vendere carciofi e peperoni arrostiti in strada senza autorizzazione. Sequestrati 20 chili di verdure, tutte in pessimo stato di conservazione.

Sempre a Ponticelli, un 32enne di Volla è stato fermato dai carabinieri mentre vendeva pane proveniente da forni abusivi. L’uomo distribuiva l’alimento dalla propria vettura, all’interno della quale i militari hanno trovato e sequestrato 50 chili di prodotti privi di traccibilità e in pessimo stato di conservazione.

A San Giovanni a Teduccio i carabinieri hanno fermato un uomo di 58 anni colto per strada a vendere impasti per alimenti. I prodotti erano poggiati su una piccola bancarella, senza nessuna protezione dagli agenti atmosferici. Oltre 20 i chili di prodotti sequestrati.

Nello stesso quartiere i militati hanno fermato un 55enne sorpreso a vendere del pane senza autorizzazione, per un totale di 5 chili di prodotti sequestrati.

Infine, a Barra è stato fermato un uomo di 40 anni sorpreso a vendere panini a basso costo lungo via delle Repubbliche Marinare. Il pane era conservato all’interno di ceste sporche. Sequestrati 10 chili di prodotti.

Si attendono ulteriori sviluppi sui controlli per la sicurezza alimentare nel Napoletano.

Potrebbe anche interessarti