Coronavirus, ordinanza del sindaco: “10 giorni per bonificare bar, uffici e mezzi pubblici”

Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha firmato un’ordinanza per le  “Misure cautelari e preventive volte al contenimento del rischio contagio da Covid-19 nella città di Napoli”.

L’ordinanza è rivolta a tutti i luoghi aperti al pubblico e uffici pubblici o privati, dai bar a negozi e supermercati, palestre e cinema, musei e stazioni. Fondamentale è l’obbligo di “effettuare, entro 10 giorni dalla presente ordinanza, interventi di pulizia straordinaria e disinfezione delle superfici e degli ambienti”, e “all’esito dell’avvenuta attività straordinaria di disinfezione” fare “un’attività di pulizia ordinaria” e “posizionare appositi dispensatori di disinfettante o antisettico per le mani“. Per i trasgressori sono previste multe da 25 a 500 euro.

Rischiano multe anche “le società di trasporto pubblico locale e di trasporto pubblico non di linea i cui automezzi transitano sul territorio cittadino” che dovranno “assicurare idonee misure di prevenzione a tutela dei dipendenti e dell’utenza, effettuando la pulizia e la disinfezione dei vagoni e degli abitacoli dei treni e degli autobus“.

Sui mezzi pubblici e nei locali, si deve “esporre in modo visibile all’utenza idonea certificazione dell’avvenuto intervento di disinfezione” oltre al decalogo dell’Istituto Superiore della Sanità sul Coronavirus.

Infine “a tutti coloro che negli ultimi 14 giorni abbiano transitato nelle aree oggetto di provvedimenti restrittivi da parte delle autorità sanitarie di comunicare tale circostanza agli organi competenti“, “ai datori di lavoro di favorire, ove necessario, modalità flessibili di svolgimento della prestazione lavorativa (cd. lavoro agile), nonché di evitare il sovraffollamento degli uffici aperti al pubblico dei locali frequentati da personale esterno anche attraverso lo scaglionamento degli accessi e di assicurare la frequente aerazione degli stessi”.

Potrebbe anche interessarti