Stefan, il sarto di Ischia che regala mascherine: “Ne ho fatte un centinaio”

Foto Facebook-Stefan Ilasi

In questo periodo dove la paura e lo sconforto sembrano farla da padrone, ci sono delle storie che accendono una luce di speranza. Tra queste c’è la storia di Stefan Ilasi, un esempio di generosità e di virtù.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene

Di origini rumene, ma residente in Italia da 15 anni, Stefan lavora al Regina Isabella Resort di Ischia, dove cuce le divise del personale. Scoppiata l’epidemia di coronavirus, l’hotel è stato ovviamente costretto a chiudere, in attesa che questa crisi venga superata. Stefan Ilasi però ha deciso di mettere comunque a disposizione le sue competenze per il bene di tutti, cucendo mascherine e distribuendole gratis.

Quando ho appreso che in giro mancano le mascherine, mi sono detto: ho tutto per crearle, e regalarle”, ha dichiarato Stefan a Repubblica. “Stoffa e know-how, del resto basta poco. Prima una decina, per gli amici. Lavabili e riutilizzabili, persino qualche decorazione per far sorridere i bambini. Poi un centinaio, per chiunque me ne faccia richiesta”.

Così è cominciata una “nuova attività”, che Stefan svolge in modo totalmente gratuito, rifiutando anche piccoli rimborsi. Un vero e proprio modello da imitare, in un periodo in cui i prezzi di amuchina e mascherine salgono vertiginosamente e c’è sempre chi è pronto a fare sciacallaggio sulla paura generale.

Del resto, lo stesso Stefan non nasconde la sua preoccupazione per l’emergenza coronavirus, che sta mettendo in ginocchio l’intero paese. “Non so quando finirà questa situazione, spero presto”, afferma. “Dalla Romania mi chiamano preoccupati per quel che sentono dell’Italia, io provo a tranquillizzarli”.

Potrebbe anche interessarti