Coronavirus: l’Aifa approva la cura napoletana con il farmaco per l’artrite

Napoli– Il farmaco per l’artrite utilizzato dall’ospedale Cotugno è stato approvato dall’Aifa. Il Tolicizumab infatti sarà sperimentato ufficialmente a Napoli e Modena.

Il piano è quello di utilizzare questa cura su un numero di pazienti che si aggira intorno ai 250. Tutto questo dovrebbe avvenire nei prossimi 10 o 15 giorni come ha dichiarato Vincenzo Montesarchio.

Una notizia quindi di assoluta importanza dato i buoni risultati che il farmaco stava presentando sui contagiati da Coronavirus. Uno di questi infatti sarebbe in procinto di essere stubato dai macchinari artificiali che vengono utilizzati proprio per la respirazione. Migliorano le condizioni anche degli altri pazienti che hanno ricevuto la stessa cura.

LEGGI ANCHE
Coronavirus, raccolta fondi a Torre Annunziata: tutti i soldi alla mensa dei poveri

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene.

Dopo l’utilizzo fattone in via sperimentale all’ospedale Cotugno ed al Pascale, i sanitari erano in attesa di una risposta dell’Aifa, l’Agenzia Italiana del Farmaco. L’esito non ha tardato ad arrivare ed è anche giunto nel migliore dei modi.

Queste le parole di Vincenzo Montesarchio, infettivologo dell’ospedale Cotugno di Napoli che lavoro a stretto contatto con Paolo Ascierto. Lo ha dichiarato poco fa al Tg3 “L’Aifa ha approvato il protocollo della sperimentazione scientifica del Tolicizumab, Napoli e Modena saranno i capofila. Partiremo con priorità immediata in 10-15 giorni su 250 pazienti in Italia.”

Potrebbe anche interessarti