Coronavirus, a Caserta bus gratis per medici e infermieri in qualsiasi momento della giornata

A causa dell’emergenza Coronavirus, a Caserta e provincia, i trasporti pubblici saranno gratis per tutti i medici e infermieri che devono recarsi a lavoro. Una bellissima iniziativa, un modo per dire grazie, attraverso un piccolo contributo, a questi eroi che ogni giorno si recano a lavoro per salvare tante persone e che a causa del Coronavirus mettono a rischio le loro vite e quelle dei familiari.

Ad annunciare la notizia il sindaco di Caserta Carlo Marino e l’azienda di trasporti Clp. Il servizio sarà a chiamata e sarà attivo da e per le strutture sanitarie dislocate nella provincia di Caserta e anche con adduzione alla Zona Ospedaliera di Napoli. Inoltre il servizio consentirà spostamenti in qualsiasi momento della giornata per venire incontro alle esigenze di categoria impegnate in prima linea nella lotta al contagio da Coronavirus.

Il servizio sarà svolto con preavviso al giorno precedente di quello utile, con indicazione dei luoghi di prelevamento, dei luoghi di destinazione e dell’orario di prelevamento del personale interessato.

I numeri a cui gli utenti possono rivolgersi sono i seguenti: 393-9265554 e 335-7511590.

Questa sinergia – afferma il sindaco Carlo Marino ad Ansa.it – è indirizzata a favorire l’arrivo di medici ed infermieri sul proprio posto di lavoro e l’iniziativa osserverà scrupolosamente le direttive e le ordinanze nazionali e regionali che regolano lo spostamento delle persone”.

“Con una nota ufficiale inviata nelle scorse ore alla amministrazione comunale di Caserta – afferma la Clp Spa – la nostra azienda ha deciso di attivare un servizio bus “a chiamata”, totalmente gratuito, rivolto agli operatori sanitari impegnati, sul territorio casertano, in questo difficile momento nella lotta al cornonavirus, per favorirne in qualsiasi momento la mobilità dal luogo di lavoro a casa e viceversa.

Questa iniziativa – prosegue la Clp Spa – attivata nel rispetto delle ordinanze nazionali e regionali, rappresenta per la nostra azienda un modo per mostrare vicinanza ad un settore che è in prima linea in questa difficile battaglia e per dare, in tal senso, un nostro piccolo contributo. Abbiamo chiesto all’Ente Comune di Caserta di fare da ponte con le Asl ed i presidi ospedalieri territoriali al fine di favorire lo sviluppo e la divulgazione della iniziativa”.

Potrebbe anche interessarti