La Protezione civile smentisce De Luca: “Consegnati in Campania 1 milione di dispositivi”

Si accende la polemica a distanza tra il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, e la Protezione Civile. Due le versioni, l’una opposta all’altra, che vengono fornite dai diretti interessati. Il motivo del contendere è l’urgenza nel dare al nostro territorio il materiale sanitario comprato.

La Protezione Civile ha però risposto al Presidente della Regione Campania con un comunicato sul sito. Poche parole in cui viene detto che sono stati consegnati un milione di dispositivi.

“Prosegue il lavoro incessante nella distribuzione alle Regioni. In merito alle dichiarazioni rilasciate agli organi di stampa del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, è opportuno precisare che – contrariamente a quanto da lui sostenuto – sono stati consegnati, alla Regione Campania, fino ad oggi, circa un milione di dispositivi. Nel dettaglio, si tratta 788.600 mila mascherine, circa 99 mila ffp2 e ffp3, 109 mila guanti in lattice, oltre 3000 dispositivi – tra camici chirurgici, copriscarpe e visiere di protezione – e 15 ventilatori per terapia intensiva e sub-intensiva.

È in corso un lavoro incessante che, anche grazie all’approvazione del Decreto “Cura Italia”, sta dando segnali di risposta concreta anche in termini quantitativi che aumenteranno giorno dopo giorno”. 

Soltanto ieri, De Luca aveva sottolineato come dalla Protezione Civile non fosse arrivato nulla. Nel dettaglio il governatore aveva lanciato un appello al premier Conte:

“Dopo aver creato decine di posti letto nuovi per la terapia intensiva, rischiamo di non poterli utilizzare per mancanza di forniture essenziali. Zero ventilatori polmonari; zero mascherine P3; zero dispositivi medici di protezione. A fronte di un impegno ad inviare in una prima fase 225 ventilatori sui 400 richiesti, e 621 caschi C-PAP, non è arrivato nulla”.

Oggi poi la Regione Campania aveva comunicato che erano arrivate le prime 36 mila mascherine dalla Protezione Civile.

Numeri ancora una volta diversi da quelli forniti dalla Protezione Civile. Un dato però spicca: del milione di dispositivi che sarebbero stati spediti in Campania solo 15 sono ventilatori per la terapia intensiva. Troppo pochi per una Regione che, come detto Da Luca, è vicina al collasso.

 

 

 

 

Potrebbe anche interessarti