Coronavirus, Conte annuncia: dobbiamo restare tutti in casa fino al 3 maggio

In conferenza stampa il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha annunciato l’approvazione del nuovo DPCM con il quale in governo ha prolungato tutte le disposizioni fino 3 maggio. Conte ha parlato di “una decisione difficile, ma una decisione necessaria di cui mi assumo tutta la responsabilità politica”. Il nostro paese, dunque, resta ancora in pena emergenza coronavirus.

Tale convinzione è stata prodotta da diversi incontri con i ministri, gli esperti del comitato tecnico scientifico, le regioni, le province, i comuni, i sindacati, le associazioni categoria, le imprese.

Buone notizie dal comitato scientifico, secondo cui il trend contagio è in diminuzione. Le misure adottate, perciò, stanno funzionando ma è importante non abbassare la guardia per evitare un contagio di ritorno che renderebbe vani tutti gli sforzi fatti finora. Uno scenario che sarebbe tragico, perché si dovrebbe ripartire da zero e con un aumento di morti. Dopo il 3 maggio si ripartirà, si spera, con cautela e gradualità: dipenderà dal nostro comportamento.

LEGGI ANCHE
Coronavirus, primo caso a Qualiano. Sindaco: "Sta bene, è in quarantena"

Potrebbe anche interessarti