Coronavirus, nel Casertano riapre il parco giochi per i bambini disabili

Il Parco Giochi “Padre Lepre”, nonostante l’emergenza Coronavirus, verrà riaperto al pubblico ma solamente a persone con disabilità intellettiva e autismo (PcDI/A) residenti a Cesa. Questo provvedimento è stato adottato dalla giunta comunale di Cesa, nel Casertano.

L’accesso sarà consentito tramite appuntamento e solo a queste persone con eventuali accompagnatori (un familiare, un caregiver e/o un volontario). Per tutti gli altri, a causa dell’emergenza Coronavirus, non sarà consentito l’ingresso al Parco Giochi.

Per prenotare l’accesso al Parco Giochi bisognerà telefonare l’Ufficio Servizi Sociali al numero: 0818154313. Si potrà chiamare dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 12:00.

“La giunta comunale, con propria deliberazione, ha adottato un provvedimento che consentirà l’accesso al Parco Giochi “Padre Lepre” solamente a persone con disabilità intellettiva e autismo.

L’accesso sarà consentito, previo appuntamento, esclusivamente a queste persone, con eventuali accompagnatori.
Il parco – secondo quanto si apprende da un post pubblicato dal Comune di Cesa su Facebook – in questo momento storico, è chiuso al pubblico. Ma allo scopo di andare incontro a quelle che sono le esigenze di persone affette da talune patologie è stata consentita questa misura.

Nell’adottare questo provvedimento si è tenuto conto anche di una nota della Regione Campania, in materia di Assistenza alle persone con disabilità e non autosufficienti, con la quale “si è chiarito che ai soggetti con disabilità psichica o patologie psichiatriche, per la gestione delle crisi comportamentali legate alle loro patologie, è consentito uscire di casa con l’assistenza necessaria di un accompagnatore, limitando allo stretto necessario la permanenza fuori casa e con le misure di prevenzione raccomandate (distanza interpersonale, uso di mascherine).

Questa casistica, infatti, rientra nei casi (salute e estrema necessità) consentiti dalle disposizioni emanate per la gestione dell’emergenza sanitaria”. Per tanto i soggetti residenti a Cesa, affetti da disabilità intellettiva e con autismo (PcDI/A), in autonomia o accompagnate da un familiare, da un caregiver e/o da un volontario, potranno essere autorizzati ad accedere al Parco. Sarò necessario concordare un appuntamento, tramite l’Ufficio Servizi Sociali, telefonando dal lunedì al venerdì, dalle ore 09.00 alle ore 12.00 al numero al n. 081.8154313″.

Potrebbe anche interessarti