Mattarella nomina alfiere della Repubblica Elena, una bambina disabile di 9 anni

Sergio MattarellaElena, una bambina di 9 anni di Nola, è stata nominata alfiere della Repubblica da Sergio Mattarella grazie alla sua battaglia contro gli incivili che non rispettano i disabili.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene.

Elena, nonostante sia una bambina, ha un grande senso civico. Il suo pensiero, espresso tramite un video postato su facebook dalla madre, è frutto dell’esperienza personale.

La piccola infatti non può contare sull’uso delle gambe. Questo ha avuto come conseguenza quello di notare la mancanza di rispetto degli altri cittadini. Come ad esempio i marciapiedi pieni di spazzatura che non permettono un agevole passaggio di chi è in carrozzina, o le auto e le moto in sosta selvaggia.

Queste le parole della piccola Elena: “Dovete avere più civiltà, educazione, ci mancate di rispetto ogni giorno. Siete così concentrati su di voi che non pensate a noi, pensate che noi non esistiamo ma noi esistiamo e lotterò ogni giorno per dire no ai marciapiedi pieni di ogni cosa.

I marciapiedi sono pieni di ogni cosa, bidoni, spazzatura, biciclette, macchine, di tutto e di più  la maggior parte dei marciapiedi sono senza lo scivolo per salire e scendere e i pochi che lo hanno sono utilizzati come parcheggio da macchine.

Anche una piccolezza del genere per noi è una mancanza di rispetto. La città non è solo vostra anche noi siamo cittadini. Vi chiedo il rispetto, e di far funzionare il cervello. Dico no alla barriere architettoniche e sì alla libertà di movimento.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è rimasto dunque colpito ed affascinato allo stesso tempo dalla maturità di una bambina che ha deciso di avanzare questa nomina che non può far altro che riempire d’orgoglio la piccola Elena.

 

Potrebbe anche interessarti