Coronavirus. Fondazione Foqus dona 600 libri ai bambini dei Quartieri Spagnoli

La fondazione Foqus, famosa per essere in prima linea a sostegno per lo sviluppo socio-economico dei Quartiere spagnoli, dona 600 libri ai bambini. Insieme alla spesa sociale, consegnata ogni settimana ai bisognosi, in 200 case arriverà anche un pacco regalo con tre libri. Nella scatola ci sono anche pastelli, bloc notes, plastilina e altri giochi.

I libri scelti per essere donati vanno da quelli rivolti ai più piccoli, dai romanzi per l’infanzia di Roald Dahl ai classici. I libri sono stati acquistati da Foqus nelle librerie indipendenti di Napoli e provincia, ancora chiuse per un’ordinanza della Regione che ne impone lo stop. Infatti, l’iniziativa è promossa nell’ambito del progetto #adottaunalibreria, nato durante le settimane di lockdown dalla collaborazione con l’associazione Ricomincio dai libri.

“In questo momento così complesso, in case e bassi dove la promiscuità e la costrizione rischiano di diventare per i bambini condizionamenti ancora più gravi che per gli adulti – si legge sulla pagina Facebook Foqus Fondazione Quartieri Spagnoli – vogliamo portare libri per ampliare quell’orizzonte ridotto in cui la nuova condizione li confina. Abbiamo deciso di acquistarli dalle librerie indipendenti di Napoli e provincia che abbiano una sezione permanente di libri per l’infanzia, per sostenere anche il Vostro lavoro e l’importanza dei presidi culturali e di socialità che ogni libreria rappresenta”.

Potrebbe anche interessarti