Folla sul lungomare di Napoli, De Luca specifica: “Sì alle passeggiate vicino casa, no allo jogging”

jogging passeggiate

Dopo le foto e i video che hanno immortalato centinaia di persone correre sul lungomare di Napoli, arriva ora un nuovo chiarimento dell’ordinanza da parte della Regione Campania. Non è consentito fare jogging perché non rientra nell’attività motoria compatibile con l’uso delle mascherine mentre si potrà solo passeggiare ma vicino casa.

L’ordinanza n.39 del 25 aprile 2020 disponeva infatti che:

“Con decorrenza dal 27 aprile 2020 e fino al 3 maggio 2020, fermo restando il divieto di svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto, è consentito svolgere individualmente attività motoria all’aperto, ove compatibile con l’uso obbligatorio della mascherina, in prossimità della propria abitazione, e comunque con obbligo di distanziamento di almeno due metri da ogni altra persona- salvo che si tratti di soggetti appartenenti allo stesso nucleo convivente- nelle seguenti fasce orarie: – ore 6,30-8,30; – ore 19,00-22,00″.

Ora la Regione Campania ha specificato cosa si può fare (le passeggiate) e cosa no (jogging):

“L’Unità di Crisi trasmette in allegato il chiarimento n.21 all’Ordinanza n.39 del 25 aprile 2020 (Attività motoria), nel quale si precisa ulteriormente quanto espresso nella stessa ordinanza: si può passeggiare, ma è vietato fare jogging.

In particolare:

“…non è permesso svolgere attività di corsa, footing o jogging, in quanto le dette attività sono incompatibili con l’uso della mascherina perché pericolose ove svolte con copertura di naso e bocca e tenuto conto che chi esercita tali attività emette microgoccioline di saliva (droplet) potenziali fonti di contagio. L’attività motoria permessa (sostanzialmente passeggiate) deve essere svolta in prossimità della propria abitazione, con divieto assoluto di assembramenti e con obbligo di utilizzo delle mascherine e di rispetto della distanza minima di due metri”.

De Luca già ieri sera aveva invitato i napoletani al rispetto delle misure sottolineando come siano tre le cose obbligatorie:

1) l’uso delle mascherine
2) il distanziamento sociale
3) mobilità solo nelle vicinanze della propria abitazione

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più