Come diventare pilota o assistente di volo

hostess

Negli ultimi anni l’Italia, e ancor di più il Sud, sembra essere alle prese con una crisi lavorativa senza pari. Frotte di giovani laureati costretti ad emigrare per potersi assicurare una carriera ed una stabilità economica attualmente sconosciuta in tutta la nazione.

Numerose sono le guide presenti sul web volte ad aiutare i ragazzi che vogliono provare a diventare insegnati, macchinisti, vigili del fuoco o giornalisti. Tra queste una pubblicata da skyscanner.it volta a sostenere tutti coloro che vogliono provare ad entrare nel complesso mondo delle compagnie aeree.

Quali sono i requisiti principali per diventare assistenti di volo? Basta la cortesia, la gentilezza e un’ ottima conoscenza delle lingue per intraprendere una simile carriera?

Ecco i requisiti necessari:

  • bella presenza e aspetto molto curato
  • figura e peso proporzionata all’altezza
  • età non inferiore a 22 anni (anche di meno nel caso si sia in possesso del diploma conseguito presso l’Ist. Tecnico del Turismo, Aeronautico, Alberghiero e Linguistico)
  • età non superiore ai 30 anni (anche di più nel caso si abbiano esperienza professionali nel settore)
  • acuità visiva di 10 decimi anche con correzioni
  • altezza donne: min. 1.65m (senza tacchi) e max 1.80m
  • altezza uomini: min. 1.70m e max 1.85m
  • assenza di piercing e tatuaggi visibili

Altri requisiti richiesti

  • diploma di scuola media superiore o laurea
  • ottima conoscenza della lingua inglese
  • nessuna cadenza dialettale e ottima conoscenza della lingua Italiana
  • buone capacità natatorie
  • automuniti
  • disponibilità ai trasferimenti
  •  appartenenza alla Comunità Europea o a Paesi extraeuropei purchè in possesso del permesso di soggiorno in corso di validità.

A queste vanno poi ad aggiungersi tutta una serie di qualità personali come la capacità di mantenere la calma anche in contesti di emergenza, cordialità, gentilezza, capacità di lavorare in team e buona predisposizione alle relazioni sociali.

Altro discorso per chi aspira a diventare pilota. Tra le prime ed incontrovertibili caratteristiche troviamo l’idoneità psico-fisica certificata dall‘Istituto Medico Legale dell’Aeronautica Militare o da un ambulatorio della Sanità Marittima del Ministero della Salute. Una volta ottenuta l’idoneità bisogna necessariamente seguire un corso presso una scuola di volo certificata o approvata da Enac il cui costo su base annuale si aggira tra i 60.000€ e gli 80.000€ l’anno.

Per conseguire una Licenza di Pilota privato bisogna iscriversi da un’Organizzazione Registrata o una Flight Training Organisation (FTO) ed intraprendere un apposito programma di addestramento (corso teorico e un corso pratico di almeno 45 ore di volo). Una volta seguito il percorso bisogna superare l’esame. Conseguita la licenza con almeno un’abilitazione, si può procedere all’acquisizione di diverse ed ulteriori abilitazioni per il pilotaggio di ogni tipo di velivolo.

Per avere maggiori informazioni e consultare la lista completa dei requisiti e delle modalità di addestramento visita la pagina skyscanner.it.

Potrebbe anche interessarti