L’amministratore delegato di Edenlandia: “Abbiamo perso troppo. Fateci ripartire”

EdenlandiaL’Amministratore delegato di Edenlandia Gianluca Vorzillo ha voluto dire la sua riguardo la crisi che sta colpendo l’economia del paese e inevitabilmente il suo settore. Vorzillo denuncia alla regione e al comune il mancato interesse delle autorità competenti verso il proprio settore. A novembre lo stesso amministratore delegato fu chiamato in causa per smentire un attacco per stipendi non pagati. Questa la lettera che Vorzillo ha pubblicato sul proprio profilo facebook.

“EDENLANDIA È PRONTA E VUOLE RIPARTIRE!
Ma del nostro settore non se ne parla; non abbiamo indicazioni del se e del quando realmente si potrà riaprire.

È per questo motivo che abbiamo deciso di scrivere una lettera e inviarla a tutti gli enti competenti, Comunali e Regionali:

Egregi,
in allegato alla presente inviamo il piano di interventi elaborato sulla base delle indicazioni sino ad ora emerse circa le future prescrizioni a cui le aziende dovranno attenersi per il contenimento del contagio, nonché delle indicazioni di esperti del settore.

Lo condividiamo con i Nostri stakeholders pubblici in quanto vogliamo far conoscere quale sia lo stato d’animo di chi con passione e dedizione ha ridato il sorriso a tanti napoletani; Edenlandia è pronta e vuole ripartire.

Edenlandia è un progetto per la città; potrebbe dare a tutti i cittadini, soprattutto i più piccoli, un momento di serenità e svago dopo i lunghi mesi di “lockdown”.

Siamo un luogo aperto con ampi spazi in cui il distanziamento sociale può essere agevolmente rispettato.

Del nostro settore non se ne parla; non abbiamo indicazioni del se e del quando realmente si potrà riaprire.

Abbiamo già perso abbastanza.

Le festività di Pasqua e del primo Maggio hanno da sempre avuto un peso molto significativo sull’intero volume d’affari; non vorremo perdere anche la primavera e l’estate.

Tutta la forza lavoro è ancora in attesa di ricevere i sussidi previsti (sostegno FIS) dal Decreto Cura Italia; poter riaprire consentirebbe di affrontare il futuro con maggiore speranza.

Il Nostro è un grido di dolore e preoccupazione; abbiamo già perso due dei sei mesi più importanti dell’anno e ci aspetta un periodo di grande sofferenza ma, contrariamente ad alcune voci emerse, Edenlandia è pronta e vuole ripartire.

Bisogna consentire alle imprese che sono in grado di garantire gli standard sanitari previsti dal “comitato tecnico scientifico” nazionale di iniziare a programmare il loro futuro.
Confidiamo, infine, che il Governo sia compulsato anche da Voi affinché emani misure a sostegno di un settore scarsamente rappresentato e tutelato.
Chiediamo a tutti gli enti in indirizzo di dare, ognuno per la propria parte, il massimo supporto in un momento così difficile per la nostra regione e nazione.

In attesa di riscontro.
porgiamo cordiali saluti
Staff EDENLANDIA”

Potrebbe anche interessarti