Sindrome della Capanna: cos’è la condizione di cui si può soffrire dopo la quarantena

Molte persone ne stanno soffrendo, si chiama Sindrome della Capanna: la condizioni di cui soffre chi non vuole più uscire dalla quarantena. Ne eravamo più o meno consapevoli che l’emergenza coronavirus avrebbe causato danni a livello psicologico. Ma niente paura, perché è tutto normale.

Il ritorno alla vita normale può far molta paura: questa è la sensazione che prova la Sindrome della Capanna. Infatti, ci sono persone che  con l’inizio della Fase 2 non hanno tanto voglia di uscire, non hanno vissuto, altresì, la quarantena come una prigionia. Infatti, ci sono alcuni che, tra le quattro mura di casa propria, hanno riscoperto hobby, rispolverato libri, hanno potuto trascorrere del tempo con la propria famiglia, si sono concessi del tempo per loro stessi. Una condizione normalissima, molti di noi ormai erano abituati, avevano riscoperto una nuova routine.

Ora, il momento del ritorno alla vita frenetica porta ad una sensazione di insicurezza e ricominciare ad uscire può spaventare. Pian piano, comunque, si ricomincerà ad uscire. Niente paura, ognuno dovrà fare tutto in base ai suoi tempi, con calma.

Potrebbe anche interessarti