Belén in vacanza a Napoli, piovono commenti razzisti: “La lascerei in mezzo ai monnezzari…”

Belén a Torre Annunziata

Come riporta “gossip.fanpage.it” dopo un periodo complicato Belén Rodriguez ha deciso di staccare un pò la spina e si è concessa una romantica vacanza partenopea.

La “showgirl” è stata prima coinvolta in una polemica con il direttore di Novella 2000, il quale ha pubblicato una foto che la ritraeva con una guancia gonfia e poi sempre tramite il giornale le ha scritto parole un pò pesanti: “A giudicare dagli insulti, vedo che hai imparato bene la nostra lingua. Ispirati a signore di spessore quali Milly Carlucci o Raffaella Carrà, non sbaglierai mai.” Poi mentre si dirigeva in Puglia nei giorni scorsi, Belén si è ritrovata nel serbatoio acqua al posto della benzina, rimanendo a piedi con il suo compagno.

Per questo ha deciso di rilassarsi insieme alla famiglia nella terra del suo Stefano, non dimenticando però di condividere alcuni momenti delle sue giornate con i suoi fan postano vari scatti tramite il suo profilo sul social network, e uno di questi scatti la ritrae nei pittoreschi vicoli di Torre AnnunziataOgni foto postata è stata accompagnata da vari commenti, da chi come sempre apprezza la sua bellezza a chi non apprezza la showgirl lasciando qualche critica. Come sempre poi sono arrivati insulti contro la città di Napoli o nello specifico contro il comune di Torre Annunziata. Alcuni utenti l’hanno messa in guardia contro eventuali scippi, invitandola a tenere “gli occhi ben aperti”, poi c’è chi addirittura non apprezzando né la showgirl né Napoli ha scritto: “Giusto a Napoli, la lascerei in mezzo ai monnezzari come lei”. Ecco le foto di alcuni commenti trovati sotto le foto di Belén:

commenti foto Belén

 

commenti Belén

C’è però chi non ci sta e difende Torre Annunziata, dichiarando che la criminalità è ovunque:

reazione commenti

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più