Coronavirus, il lockdown ha evitato 3,1 milioni di morti in tutta Europa: lo studio

Il lockdown dovuto all’emergenza Coronavirus, oltre ad aver limitato il contagio e portato alla diminuzione dei casi, ha evitato ben 3,1 milioni di morti in tutta Europa. Questo è il risultato di una ricerca pubblicata su Nature e condotta dall’Imperial College di Londra.

La stima si basa su 11 Paesi d’Europa, compresa l’Italia, e sulla loro situazione fino ai primi di maggio. Lo studio si basa sui dati raccolti dopo l’implementazione di soluzioni non farmaceutiche, come appunto il lockdown, adottate per limitare il contagio da Coronavirus in Italia e in altri Paesi quali la Spagna, il Regno Unito, il Belgio e la Germania.

Lo studio è stato condotto sui dati relativi ai decessi dal team di Seth Flaxman e Samir Bhatt, che li hanno utilizzati per valutare l’andamento dell’epidemia da Coronavirus in seguito all’adozione delle misure restrittive. La ricerca stima che fino al 4 maggio tra i 12 e i 15 milioni di persone sono state infettate dal Coronavirus, in percentuale dal 3,2% al 4% della popolazione di 11 Paesi europei.

Inoltre, grazie alle misure adottate si sono evitati 3,1 milioni di morti. Lo studio mostra anche che l’indice Rt è sceso al di sotto di 1 proprio perché c’è stato il lockdown, calando dell’82%. Gli autori della ricerca evidenziano come il lockdown abbia avuto un grande merito nel portare questo indice al di sotto di 1 e abbia contribuito a contenere la diffusione del virus.

Potrebbe anche interessarti