Allarme violenza tra giovani: ragazzine si riempiono di botte e sedicenne accoltellato

 

 

Cresce la violenza tra giovani, decine sono le segnalazioni ogni giorno. Ragazzine se le danno di santa ragione ad Afragola e il video viene postato sul web.

Cresce la violenza fra ragazzini. Alcuni cittadini ci hanno inviato un video inquietante, che circola sul web, di alcune ragazzine che si riempiono di botte in zona Salicelle ad Afragola. Una violenza inaudita e gratuita, che lascia senza parole. Un video di pochi secondi che non aiuta a comprendere la dinamica della vicenda e che per questo abbiamo deciso di inviare alle autorità per capire se si tratti o meno di un episodio di bullismo, di violenza gratuita o addirittura di una sorta di gioco violento. Le ultime gravi vicende che abbiamo denunciato alle forze dell’ordine, purtroppo, non sono servite a fermare questa escalation di violenza. Ogni giorno ci arrivano decine di segnalazioni da parte di ragazzi, ma anche di genitori, che non riescono a tirare fuori i figli da questa spirale di violenza. C’è un clima preoccupante, un allarme sociale che non va affatto sottovalutato e che denunciamo da tempo. Servono interventi concreti e molto radicali, occorre intervenire anche sui genitori, o la situazione sfuggirà di mano“. E’ quanto dichiarato da Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi.

Un altro grave episodio è avvenuto a Materdei, quartiere di Napoli, ai danni di un ragazzino che stava rientrando a casa.

Nel quartiere Materdei un sedicenne che stava rincasando è stato accoltellato alla testa da alcuni coetanei dopo aver ricevuto insulti e minacce. Non è chiaro se si tratti di un’aggressione o un tentativo di rapina, sta di fatto che dei minorenni se ne vanno in giro per la città, armati di coltello, e colpiscono alla testa, senza timore alcuno, un altro adolescente. Il giovane vittima del branco, per fortuna ha riportato una ferita lieve, ma questa orribile vicenda sarebbe potuta finire in una tragedia immane. Questi sono episodi criminali. E’ delinquenza, non una bravata o una ragazzata. Questi ragazzi vanno puniti per questi atti, devono capire che, chi commette un gesto simile non resta impunito, ma ne paga, amaramente, le conseguenze. Serve il pugno duro“. E’ quanto dichiarato da Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi.

Potrebbe anche interessarti