Napoli, maxi torneo di calcetto contro le regole a Piazza Mercato

Napoli – Torneo di calcetto in Piazza Mercato. Si è svolto nella notte un maxi torneo di calcetto a Napoli, in Piazza Mercato, dove si sono sfidate diverse squadre.

Un torneo organizzato in memoria di ragazzi che non ci sono più, tutto studiato nei minimi dettagli con fuochi d’artificio, fumogeni, cantanti neo melodici e personaggi famosi – come l’ex capitano del Napoli Paolo Cannavaro – che facevano arrivare i loro saluti tramite la pagina social del torneo. Ovviamente tutto questo a contrasto con le regole vigenti nel nostro paese per evitare ulteriore contagi di coronavirus.

Il campo da calcio è stato realizzato nella parte di piazza da poco completata dopo le aspre polemiche per il blocco del cantiere Unesco. Per tracciare le linee del campo, infatti, sono stati imbrattati gli antichi basoli vesuviani con vernice bianca

Forse sentivano la mancanza di una partita di calcio? Il Ministro Spadafora qualche giorno fa ha infatti rimandato il giorno in cui si sarebbe potuto ricominciare a giocare a calcio con gli amici – prima apertura prevista per il 15 ma rinviata al 25 giugno.

La cosa che comunque lascia sconcertati è la totale assenza di controlli da parte del comune, delle forze dell’ordine che hanno lasciato che questa manifestazione continuasse nonostante andasse contro le regole, nonostante ci fosse gente ammassate per assistere alle partite. E i cittadini lì intorno? Non si sono accorti di nulla? L’omertà è sempre stata un neo di questa città che fa avanzare personaggi non positivi e lascia che certe cose accadano senza essere contrastate.

E’ vero, hanno solo fatto una partita di calcio, ma in questo momento è contro le regole e con questo torneo le persone di Piazza Mercato hanno dato una prova di forza nei confronti dello Stato e della Polizia e hanno nettamente vinto la partita.

Potrebbe anche interessarti