I falsi miti della Storia: otto fatti storici che vi sorprenderanno

Darwin

Quanti falsi miti siete riusciti a scoprire attraverso l’approfondimento di libri, altresì di documentari storici? Ebbene, quest’oggi la redazione di Vesuviolive.it ha deciso di sorprendere i propri lettori campani, sfasando avvenimenti storici riportati sui libri scolastici come veritieri, quando invece, la vera Storia ha altri nomi, nonchè volti diversi.

Il primo falso mito storico riguarda colui che scoprì l’America. In quanti risponderebbero con estrema certezza: “questa è facile, Cristoforo Colombo”. Ahimè, cari lettori, non fu il celebre personaggio Cristoforo Colombo…bensì l’esploratore Leif Erikson, il quale raggiunge l’isola di Terranova (Canada), negli anni 1000 d.C, ovvero 500 anni prima dall’esistenza di Colombo.

Inoltriamoci adesso nel secondo falso mito storico. Questa volta, l’ambito è scientifico. Chi fu l’inventore del teorema di Pitagora? Suppongo che la risposta sia scontata: “Pitagora” e invece no, anche questa vi sorprenderà. Il teorema di Pitagora non venne inventato dal celebre Pitagora, ma addirittura da un antico matematico cinese, di cui tuttavia, non si conosce il nome.

Passiamo al terzo falso mito storico. Questa volta, l’argomento è più complesso, in pochi sapranno rispondere, tuttavia, siete sicuri che la risposta sia giusta? Ebbene, secondo voi, chi fu il primo ad usare una pressa per la stampa? Johannes Guteberg? E no, nonostante la scuola ci insegni che sia stato lui, il primo uomo ad usare una pressa per stampa fu Choe Yun-ui, ovvero un ufficiale della dinastia Goryeo in Corea nel 1234. Addirittura due anni prima di Gutenberg.

Il quarto falso mito storico è rivolto agli amanti della moda. Chi fu l’inventore del jeans? Siate cauti prima di rispondere. Il creatore dei jeans non fu Levi Strauss… ma un certo Jacob Davis e cioè un sarto alle dipendenze di Strauss. L’idea di utilizzare un tessuto resistente come il denim e rinforzarlo con dei chiodi fu di Davis, ma egli, tuttavia, non potè permettersi di brevettarlo, pertanto l’idea gli fu rubata da Strauss.

Il quinto falso mito storico questa volta è più complesso e forse vi farà sorridere, nonchè stupirvi. Vi siete mai chiesti chi fu il primo ad utilizzare il water con lo sciacquone? In molti pensarono che l’inventore di tale oggetto fu l’idraulico londinese Thomas Crapper verso la fine del ‘800, quando invece, Crapper riprende semplicemente un’invenzione del XVI secolo di un certo Sir John Harington. Tuttavia Crapper vi aggiunge la catena per tirare lo sciacquone.

Vediamo questa volta, se con il sesto falso mito storico siete capaci di rispondere… dunque, i libri di storia insegnano che l’inventore della lampadina fu Thomas Edison. Ma è davvero così? Ebbene no. L’inventore fu Humphry Davy nel 1800. Edison, permise di portare la durata dell’illuminazione a 15 ore rispetto ai 15 minuti.

Passiamo al settimo falso mito storico che, troviamo facilmente sui libri di scuola. Chi fu la prima persona che riuscì in un volo transatlantico? In molti pensavano fosse Charles Lindbergh…invece furono John Alcock e Arthur Brown: erano due britannici, provenienti dall’isola di Terranova fino in Gran Bretagna. Tuttavia, furono estromessi dai libri di storia americani.

Ultimo ed ottavo falso mitico storico e c’ha dell’incredibile… Chi fu l’inventore della teoria dell’evoluzione? Sarà mica Charles Darwin? Ebbene no, fu Erasmus Darwin, nonchè il nonno di Charles che, nel 1802 scrisse una poesia a riguardo ” il tempio della natura“, che recitava: “La vita organica in fondo al mare aperto / nacque e si nutrì nelle grotte perlate dell’oceano”.

Insomma, sembravano tutte o quasi risposte scontate, probabilmente alcune risposte vi hanno particolarmente sorpresi… ma il bello della cultura è anche questo.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più