Costiera in fiamme, chiuso il Sentiero degli Dei: mani criminali hanno provocato l’incendio

Annunciata la chiusura del Sentiero degli Dei, a causa di un incendio scoppiato negli ultimi giorni, per mano di criminali ancora non individuati. Lo ha comunicato Luca Mascolo, primo cittadino di Agerola.

Il sindaco ha partecipato al sopralluogo nell’area oggetto di questo grave incendio, che ha tenuto col fiato sospeso l’intera comunità. Con lui, l’assessore Milo, il presidente Nicola Fusco e molti amici della Proloco di Agerola, Anna Naclerio e altri componenti dell’associazione “Sentiero degli Dei”.

Queste le sue parole: “Mani criminali, che come tali andrebbero individuate e perseguite, hanno sfregiato il Sentiero degli Dei. Un habitat unico, irrimediabilmente compromesso. Si richiede un intervento urgente di messa in sicurezza per garantire la percorribilità agli amanti del trekking.”

“Abbiamo riscontrato molti focolai residui e l’impraticabilità del Sentiero degli Dei, per ciò che attiene la variante alta e bassa, passando per Colle Serra. Ciò nonostante, mediante ordinanza sindacale renderemo ufficiale la nuova fruibilità tra Agerola, Positano e Praiano.”

Il sindaco allega al post una mappa in cui sono riportate le vie alternative per spostarsi tra questi comuni, lungo i sentieri. Inoltre, ricorda che la rete sentieristica di Agerola, di circa 200 km, è pienamente fruibile. Sono, infatti, regolarmente accessibili sentieri quali Valle delle Ferriere, Circuito Tre Calli, Santa Barbara, Fiordo di Furore, Orrido di Pino.

Resta il disprezzo per coloro che hanno decretato la chiusura del Sentiero degli Dei. Si tratta di veri e propri criminali che hanno inveito contro uno dei luoghi più suggestivi al mondo, lodato per la sua bellezza paesaggistica dai media internazionali.

Potrebbe anche interessarti