Domenica bestiale. Boom di presenze nei siti archeologici

teatro Grande Pompei scavi

Il mare può aspettare. Gli italiani scelgono la cultura. Un successo per la prima Domenica gratis nei maggiori luoghi di cultura italiani. Domeniche gratis, orario prolungato di venerdì e le notti bianche, previste almeno due volte l’anno per il 2014, sono le innovazioni istituite con decreto ministeriale dal Ministro alle attività culturali e turistiche Dario Franceschini.
Domenica 6 luglio, a fine giornata, Pompei contava circa 12 mila presenze rispetto alle 10 mila dell’anno precedente. Ercolano con 1.500 visite e il Museo Archeologico Nazionale con 2.000. Risultati ottimali per valorizzare il nostro patrimonio artistico che unisce giovani, adulti e anziani. L’intento del Ministero è di ampliare la conoscenza della nostra cultura all’estero ma di coinvolgere anche i cittadini a scoprire le proprie bellezze locali.
Oltre ai nuovi orari ristabiliti nel decreto anche un nuovo prezzario: biglietto gratuito per gli under 18 e sconti per giovani fino ai 25, mentre gli over 65 perderanno i loro privilegi.

turismo Pompei

Un passo importante per aprire le porte a nuove abitudini che riportino sopratutto il paese ad avere maggiore consapevolezza del proprio patrimonio ed un maggiore senso di appartenenza alle proprie origini.
Non dimentichiamo, però, che la cultura ha bisogno, prima ancora di valorizzazione, di essere protetta e di essere fruibile nel migliore dei modi, a partire da servizi ricettivi e da trasporti pubblici sufficienti rispetto alla mediocrità in cui versano attualmente quelli vesuviani. Il turismo vesuviano necessita di nuove  filiere turistiche affinchè si possa davvero sperare in un futuro migliore non solo per i professionisti del campo,  necessari più che mai a prolungare la vita dei nostri patrimoni archeologici, ma sopratutto per finanziare e mantenere integre le nostre storiche bellezze.

 

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più