Calcio, giocatori della Juve violano la quarantena: “E poi rompete il c***o alla Asl di Napoli?”

Pagina Facebook Paulo Dybala

Alcuni giocatori della Juventus avrebbero violato la quarantena fiduciaria, imposta dall’Asl a seguito delle due positività riscontrate nello staff. A renderlo noto è La Gazzetta dello Sport.

Il responsabile medico, Luca Stefanini, aveva comunicato l’avvenuto isolamento della squadra presso il “J Hotel” che sarebbe dovuto durare fino a nuova comunicazione dell’Asl. Infatti, soltanto a seguito del secondo tampone negativo, i presenti avrebbero potuto lasciare la struttura.

Eppure ben sette giocatori della Juventus avrebbero violato il regime di quarantena fiduciaria. Si tratta di: Ronaldo, Cuadrado, Dybala, Bentancur, Danilo, Demiral e Buffon. Quest’ultimo ha deciso di isolarsi nella propria abitazione, i primi cinque hanno risposto alla chiamata delle rispettive nazionali. A tal proposito, la Juventus avrebbe notificato l’accaduto all’Asl di Torino che ha ribadito la necessità del rispetto di tale periodo di isolamento, senza intrattenere rapporti con l’esterno.

I giocatori che hanno lasciato l’Italia hanno ricevuto un documento dalle federazioni che li hanno convocati. A questo punto bisogna capire se tale documento valga come autorizzazione o se realmente sussiste una violazione dei provvedimenti normativi in vigore.

Intanto, visto il caos scoppiato a seguito del match Juve-Napoli (mai giocato), Dagospia è intervenuto attaccando i bianconeri: “E rompete il c***o alla Asl di Napoli? Ronaldo, Cuadrado, Dybala, Bentancur, Danilo, Demiral e Buffon hanno lasciato il centro in cui erano chiusi dopo la notizia della positività di due persone del gruppo, senza l’autorizzazione dell’Asl locale.”

“L’autorità sanitaria ha fatto presente che i giocatori dovevano rispettare l’isolamento fiduciario: hanno violato un ‘provvedimento legalmente dato all’autorità per ragioni di igiene’, come all’articolo 650 del codice penale?”

Potrebbe anche interessarti