Covid, zona arancione a Teano: prete positivo entra in contatto con 80 fedeli

Coronavirus possibili scenariIl sindaco di Teano, Alfredo D’Andrea, ha firmato l’ordinanza con la quale istituisce la zona arancione limitatamente a San Marco, popolosa frazione del comune da egli amministrato. Un prete del paese, infatti, è risultato positivo al coronavirus e sono ben 80 i soggetti che sarebbero entrati in contatto con il sacerdote. Per questo motivo il primo cittadino ha deciso di isolare la zona, prevedendo una serie di norme:

LEGGI ANCHE – L’allarme degli anestesisti: Campania impreparata se la situazione peggiora

– Divieto di allontanamento dal territorio comunale del borgo-frazione San Marco da parte di tutti gli individui ivi presenti contattato dall’UOPC del distretto sanitario 14 per la somministrazione del tampone naso faringeo.
– Divieto di accesso nel territorio comunale a soggetti sprovvisti di dispositivi di protezione individuale.
– Sospensione delle attività commerciali (per i giorni 10 e 11 Ottobre), fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità.
-La chiusura dei plessi scolastici insistenti sul territorio di San Marco di Teano fino all’esito dei tamponi naso faringei.

Un intervento mirato al contenimento del contagio non solo all’interno della città di Teano, ma in tutto il territorio del Casertano e di conseguenza della Campania. Con la riapertura delle scuole e gli spostamenti per motivi di lavoro, infatti, un grande numero di persone si muove sul territorio, per cui è elevato il rischio di contagio. È fondamentale, in questa fase, individuare e neutralizzare il prima possibile qualsiasi focolaio.

Sentito il parere dell’ASL CE e del Dipartimento di Prevenzione Con decorrenza immediata e fino a nuove disposizioni…

Pubblicato da Dino D'Andrea – Sindaco di Teano su Venerdì 9 ottobre 2020

Potrebbe anche interessarti