Covid, l’allarme dell’ISS: “La situazione è grave, l’indice RT è di 1,7. Si va verso lo scenario 4”

Stando all’ultimo monitoraggio dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità) sull’andamento dei contagi da Covid-19 è sempre più concreto il rischio di passare allo scenario 4, quello peggiore in assoluto.

Il presidente, Silvio Brusaferro, ha commentato i dati dicendo: “Non c’è una regione dove il dato non sia in crescita. Siamo in uno scenario di tipo 3 ma verso lo scenario 4. L’indice Rt è di 1.70, dunque ancora in crescita. Tutte le Regioni superano il valore di 1 e molte anche significativamente, questo è un elemento importante. Il quadro che emerge è di peggioramento rispetto alla settimana precedente”

“In alcune regioni lo scenario 4 è già stato raggiunto. Quindi è una situazione grave. Una delle criticità è che non è facile garantire tempestivamente il tracciamento.” Si riferisce a quelle regioni il cui Rt supera addirittura il valore di due, come Lombardia (2.9) e Piemonte (2.16).

Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità, ha spiegato: “I risultati del nuovo dpcm li vedremo dopo due settimane, prima non ci si può aspettare di vedere un effetto.”

Prima ancora del monitoraggio ISS atteso oggi, il Governo aveva già preannunciato l’eventualità di introdurre nuove restrizioni. Si pensa innanzitutto ad un lockdown parziale, ovvero chiusure non totalizzate per consentire di proseguire le attività necessarie come quelle scolastiche e lavorative.

Se la situazione dovesse peggiorare è ipotizzabile l’avvento dello scenario 4, quello di massima urgenza. Stando ai numeri dell’ultimo monitoraggio dell’Iss sull’andamento del Covid-19, quest’ultimo sembrerebbe più vicino che mai.

Potrebbe anche interessarti