Divieto di permanenza in sei strade: la mossa del sindaco per evitare i contagi

Il sindaco di Cava de’ Tirreni Vincenzo Servalli ha firmato l’ordinanza n° 373, che vieta la permanenza ai pedoni su alcune strade cittadine. Il primo cittadino così cerca di evitare assembramenti come quelli degli ultimi giorni e spera, in questo modo, che la curva dei contagi possa iniziare a scendere.

Vincenzo Servalli è di fatto il primo in Campania ad adottare una simile iniziativa. Del resto il Premier Conte nell’ultimo Dcpm ha lasciato ampio margine di scelta ai singoli sindaci. Servalli ha così raccolto la palla al balzo firmando l’ordinanza.

Le strade di Cava de’ Tirreni dove è vietata la permanenza ai sensi dell’ordinanza 373, ma dove è ancora regolare il transito, sono le seguenti: via A. Sorrentino; via Angiporto del Castello; via G. Verdi; via Dante Alighieri; via N. Caputo e via Mafalda di Savoia. L’unico limite a questa ordinanza è relativo a chi è in attesa di operare in uffici o servizi pubblici.

Queste le parole postate sulla sua pagina Facebook: “Divieto assoluto di permanenza, fino al 13 novembre, in via A. Sorrentino, via Angiporto del Castello, Via G. Verdi, Via D. Alighieri, Via N. Caputo e Via Mafalda di Savoia.
Consentito solo il transito e l’attesa per accedere ad uffici e servizi pubblici. Il provvedimento è stato emesso questa mattina, con l’Ordinanza n° 373, “Ulteriori misure di contenimento al Covid-19, Limitazioni alla permanenza pedonale in alcune strade cittadine”, per evitare gli assembramenti che si verificano nell’area.”

DIVIETO DI ASSEMBRAMENTO

Divieto assoluto di permanenza, fino al 13 novembre, in via A. Sorrentino, via Angiporto del…

Pubblicato da Servalli Sindaco su Lunedì 2 novembre 2020

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più