Coronavirus, 130 posti letto riservati ai positivi nelle cliniche private

Da oggi, 4 novembre 2020, nelle cliniche private di Napoli è partita l’apertura dei posti letto riservati ai pazienti risultati positivi al Coronavirus.

Alla manifestazione di interesse dell’Asl Napoli 1, secondo quanto si apprende da Ansa.it, hanno risposto alcune strutture e dopo che sono state effettuate le dovute verifiche per garantirne l’idoneità, è stata approvata la creazione di reparti per i pazienti affetti da Coronavirus che vanno ricoverati in degenza ordinaria.

Da oggi dunque, si apprende dall’Asl Napoli 1, sono stati attivati 40 posti letto alla Casa di Cura Villa Angela che si trova in via Manzoni e 90 posti letto nella clinica Santa Patrizia di Secondigliano situata in via Privata Ricci, per un totale di 130 posti letto riservati ai contagiati da Covid 19. Lo step successivo riguarderà invece l’Hermitage in via Cupa Tozzoli, nella zona del Bosco di Capodimonte, che attiverà 60 posti letto di degenza ordinaria dal 23 novembre.

Inoltre l’Ospedale San Giovanni Bosco di Napoli è stato completamente svuotato dei pazienti che erano ricoverati e dall’11 novembre riaprirà, accogliendo solo pazienti positivi al covid. La trasformazione del nosocomio in covid center, per sfruttare appieno tutte le specialistiche e poter quindi curare pazienti positivi con sintomi e altre patologie, va avanti, sotto la guida di Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl Napoli 1.

Ci saranno in tutto 89 posti letto: 40 degenze ordinarie covid19, 12 posti di ginecologia e ostetricia dove si potrà partorire se positivi, 6 di ortopedia, 12+4 di cardiologia con emodinamica, 15 posti di chirurgia vascolare, generale e neurochirurgia.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più