Covid, per il prof. Bernabei (CTS) non è un virus terribile: “È una malattia normale”

roberto bernabei ctsFanno le scalpore le parole pronunciate dal professor Roberto Bernabei, primario di Geriatria del Policlinico Gemelli di Roma e membro del CTS, che è intervenuto nel corso della puntata di giovedì di Piazza Pulita in onda su La7. “È una malattia normale”, afferma il medico, un’affermazione che va in contrasto con la narrazione finora propinata, a livello politico, del virus terribile che non risparmia nessuno.

Bernabei: “Il Covid? Una malattia normale”

Su 35mila morti solo 90 hanno meno di 40 anni, e tra questi solo 14 non avevano patologie pregresse. Il professor Bernabei sostiene: “Tutti gli altri avevano neoplasie, obesità morbigena, psichiatrici gravi. Quindi anche lì la comorbosità è un pezzo importante. Poi come al solito nelle statistiche c’è sempre quello che non c’aveva nulla, lo 0,2%, i 14 di cui non siamo riusciti a spiegarci il perché (della morte, ndr). In terapia intensiva ci vanno anche i giovani, è la caratteristica di questa malattia e per questo, per certi versi, siamo tranquilli perché le terapie intensive non sono intasate. Il passaggio in terapia intensiva, ma non solo, anche il passaggio in reparto normale e oserei dire anche rimanere a casa con un minimo di presidi evita fatti gravi perché sappiamo ormai curarli. Se questa malattia fucila i vecchi è una cosa molto grave, naturalmente, però è – come dire – una malattia normale. Le malattie infettive purtroppo aggrediscono i più fragili”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più