La gestione incerta delle ex Scuderie reali di Villa Favorita

giampiero perna - radio siani

Oggi a Radio Siani in conferenza stampa, Giampiero Perna, Consigliere Comunale del Comune di Ercolano e capogruppo dei Verdi, mostra le sue perplessità in merito alla gara di appalto vinta dalla società Athena – ‘800 Napoletano di Portici per la gestione delle ex scuderie reali di Villa Favorita sita in Corso Resina.

Facendo un passo indietro, le ex scuderie reali da poco restaurate grazie ai fondi europei è una struttura che per importanza storica dovrà accogliere oltre ad un centro di ristoro, si dovrà anche prefigurare quale centro culturale in grado di offrire mostre, concerti e sopratutto che si qualifichi come “caffè letterario”.  “Non è la società che voglio contestare” afferma Perna, ma il procedimento attuato dal dirigente comunale responsabile del procedimento di affidamento della gestione del centro culturale, affinchè le procedure si svolgano nel pieno del rispetto della legalità e dei requisiti richiesti dal bando.

Riguardo il procedimento. Al suddetto bando partecipa solo la Società ‘800 napoletano e non potendo assumersi la responsabilità tecnica ed economica, richiedendo il bando requisiti professionali ed economici abbastanza esosi – la ditta deve aver fatturato negli ultimi tre anni 1.200.000 euro – si avvale, nel rispetto della legge, di un’altra società che gli può garantire “il mantenimento” dei servizi richiesti dal bando. La società di avvalimento in questione è la società di servizi di ristorazione “Poseidon” di Torre del greco, dichiarato, però, dall’ottobre scorso in liquidazione. Ci sono evidenti incongruenze, spiega Perna, che possono essere non solo oggetto di revisione, ma il pretesto per riproporre una gara di appalto più equa e dare la possibilità anche ad altre importanti aziende culturali di parteciparvi, quali la Mondadori o la Feltrinelli, e senza nulla togliere alla società Porticese, dare alle scuderie Reali la giusta dignità culturale.

Giampiero Perna ha inoltrato la sua richiesta al Comune di Ercolano con oggetto “Annullamento in autotutela di aggiudicazione definitiva”. Entro dieci giorni la risposta .

 

Potrebbe anche interessarti