L’Italia ha perso altri 4 camici bianchi, il numero dei medici morti sale a 237

ordine dei medici

Il presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici (Fnomceo) comunica il decesso di quattro medici in un giorno a causa del Covid: tre erano di medicina generale.

Filippo Anelli dichiara preoccupato che la situazione è troppo simile a quella di marzo ed è intenzionato a capire come mai continui a salire il numero delle vittime, soprattutto tra i medici di medicina generale. Aggiunge che scoprire la causa di queste morti è l’unico modo per prevenirne altre e per questo, di comune accordo con il Ministro della salute Speranza, si provvederà a monitorare al meglio il territorio.

Tra le nuove vittime c’è il nome del dottor Sergio Pascale, primario della Clinica Malzoni di Avellino, nonché dirigente sindacale Cimop e Consigliere dell’Ordine dei Medici. È deceduto ieri all’età di 69 anni in una struttura sanitaria di Salerno dove fu ricoverato lo scorso 25 novembre in seguito al peggioramento dei sintomi da Sars-Cov-2. Il presidente dell’Ordine di Avellino Raffaele Iandolo si unisce al dolore per la scomparsa di Pascale.

In Valle D’Aosta piangono invece la perdita di Pippo Miceli, medico di medicina generale che non ce l’ha fatta dopo 20 giorni di lotta contro il Covid. Da Vercelli, in Piemonte, annunciano l’addio al dottor Franco Barillà, esprimendo tutta la tristezza e il senso di impotenza che comporta la situazione. L’ultima vittima è un dottore di Pavia, Giuseppe Minchiotti, che ci ha lasciati a 61 anni.

Tutti i medici che hanno perso la vita in questa lunga battaglia contro il Covid, saranno ricordati sul memoriale istituito proprio dalla Fnomceo.

Potrebbe anche interessarti