‘Uniti nel Cuore’ non ferma la macchina solidale: sostegno all’artigianato napoletano e tamponi sospesi

Anche per questo Natale ‘Uniti nel cuore’ non manca il suo consueto appuntamento con la beneficenza, lanciando un’iniziativa a sostegno degli artigiani partenopei e della SA.DI.SA (Sanità Diritti in Salute) con il lancio del tampone sospeso.

‘Uniti nel Cuore’ comprende tutte le giovani categorie di professionisti napoletani: Unione Industriali Napoli, Acen, UGDC Napoli, Confapi Napoli, Aiga Napoli, Agifar, Asign, Ordine degli Ingegneri di Napoli, Confcommercio.

Questo Natale scende in campo con un duplice messaggio più forte di sempre: ‘Uniti nel Cuore for San Gregorio Armeno’. Una realtà che il Covid ha messo completamente in ginocchio costringendo gli artigiani della nostra città ad abbassare le saracinesche ormai da quasi un anno.

‘Uniti nel Cuore’, sostegno agli artigiani partenopei e tampone sospeso

Giunta al suo ottavo anniversario ed impossibilitata, causa Covid-19, ad organizzare il Galà di Natale, divenuto un appuntamento fisso per aiutare i bisognosi, l’associazione non fermerà i buoni propositi associativi nemmeno quest’anno.

“Nonostante le forti limitazioni a poter realizzare il nostro consueto evento natalizio, non abbiamo voluto fermare la macchina della beneficenza di Uniti nel Cuore – afferma Gianluigi Barbato, fondatore di Uniti nel Cuore -. Soprattutto adesso c’è bisogno che chi può dia una mano ed una voce!”

“Abbiamo pensato di accendere i riflettori sull’artigianato napoletano rappresentato su tutti dall’arte proveniente dagli artigiani di San Gregorio Armeno in questo momento allo stremo, e di supportare l’iniziativa del tampone sospeso sostenuto da SADISA. Mai fermarsi, soprattutto adesso!” – continua.

Sulla stessa scia Carla Recupito, responsabile organizzativa dell’associazione: “Non abbiamo mai avuto dubbi nel portare avanti anche quest’anno Uniti nel Cuore. Essere di supporto alla nostra città non è solo un dovere come imprenditori ma lo è soprattutto di animo.”

“In quest’anno così particolare essere di fianco a ciò che rappresenta la nostra Napoli nel Mondo ci è sembrato quasi naturale. Questo Natale più di sempre saremo Uniti nel Cuore.”

Allo scopo di aiutare questo settore si proporrà la vendita di manufatti degli artisti. Ciò al costo simbolico di 40 euro al pezzo. Sarà possibile acquistarli presso le segreterie delle associazioni o contattando la pagina di Facebook Uniti nel Cuore.

Il ricavato verrà devoluto in parte agli artigiani e in parte all’associazione SA.DI.SA (Presidente Angelo Melone e Vicepresidente Giada Filippetti) per l’iniziativa “Un Tampone Sospeso” che ha preso il via giovedì 10 dicembre presso il Duomo di Napoli all’interno della Sala dei Catecumeni in collaborazione con l‘arcidiocesi di Napoli.

Non si arresta, dunque, l’impegno dei membri di ‘Uniti nel Cuore’ che quest’anno hanno deciso di sostenere gli artigiani partenopei oltre all’intera cittadinanza, che potrà avvalersi del tampone sospeso.

Potrebbe anche interessarti