Come creare un blog di successo per la tua attività locale

Al giorno d’oggi, per un’azienda o una qualsiasi attività locale, non avere un blog equivale praticamente a non esistere. È sempre più diffusa, infatti, da parte dei clienti l’usanza di visitare gli spazi virtuali delle attività commerciali prima di recarsi di persona presso di esse, in modo da constatare in maniera preventiva se effettivamente troveranno ciò di cui hanno bisogno. L’importanza di avere un blog è divenuta ancora più evidente nel 2020, dove a causa della pandemia da coronavirus era l’unico modo per continuare ad avere un rapporto di vendita con i clienti. In questo articolo spiegheremo – appunto – come aprire un blog.

Come creare un blog per la tua attività locale

Un blog aziendale può essere utile ai fini di branding, per far conoscere i propri prodotti e servizi o per entrambi gli scopi. Attraverso una semplice ricerca su Google, ad esempio, comparire tra i primi risultati è un ottimo metodo per farsi conoscere da persone che prima non conoscevano l’azienda. Si tratta, solo questo, già di un grande risultato poiché si palesa la propria esistenza ad un pubblico che altrimenti non sarebbe stato mai raggiunto. Il blog è inoltre uno strumento molto valido per aumentare il traffico verso il proprio sito o i punti vendita fisici, e conseguentemente aumentare le vendite, traducendo quindi l’investimento in un guadagno economico.

Nonostante esistano delle piattaforme che consentono di creare un blog in maniera autonoma e gratuita, in realtà farlo può essere una perdita non solo di tempo, ma anche di denaro. Creare un blog gratis significa infatti avere accesso soltanto a funzionalità limitate, senza un’assistenza clienti che possa risolvere i problemi che inevitabilmente si verranno a presentare, una posizione penalizzante nei motori di ricerca. Vogliamo parlare poi di quegli orribili domini non registrati, che restituiscono un’immagine da vero e proprio dilettante?

I due step: WordPress e dominio privato

La soluzione migliore è quindi quella di utilizzare WordPress.org, programma utilizzato – per esempio – da alcuni dei più grandi media dell’informazione a livello mondiale, come la CNN o il New York Times. WordPress.org consente di creare il proprio sito senza avere particolari competenze tecniche, scegliendo tra migliaia di template, ed è una piattaforma perfetta per comparire al meglio nei posizionamenti sui motori di ricerca. Esso permette, inoltre, di avere un dominio privato.

Per aprire un blog per la tua attività locale servono quindi due step: acquistare un hosting WordPress e un dominio, i due elementi basilari di qualsiasi sito web che si rispetti. Questi hanno, sì, un costo, tuttavia è davvero basso, quanto un paio di caffè a settimana.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più