MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Il Premio Massimo Troisi si farà: spettacoli online e gratuiti con indicatore di comicità

casaIl Premio Massimo Troisi, opportunità unica per attori emergenti e appassionati della comicità, quest’anno diventerà una digital experience completamente gratuita e on-demand. Il premio che prende il nome del grande attore napoletano è finanziato dalla Regione Campania e come ogni hanno avrà luogo a San Giorgio A Cremano (NA), città natale di Troisi.

Data la situazione, la ventesima edizione del premio rischiava di saltare, ma il sindaco di San Giorgo, Giorgio Zinno, fa sapere sui social la sua decisione in merito:

Avremmo potuto decidere di non realizzare il Premio quest’anno, viste le difficoltà, ma al contrario, d’accordo con l’assessore alla Cultura Pietro De Martino, abbiamo pensato che proprio in un momento complesso come quello attuale, la kermesse gratuita e visibile a tutti, rappresenterà per tantissimi cittadini un momento di svago e serenità, anche durante queste feste e un ulteriore segnale di unione per la nostra comunità.

Sul sito saranno caricati eventi, spettacoli e naturalmente le competizioni artistiche nelle categorie (che sono le medesime dello scorso anno). Secondo questa nuova, obbligatoria, modalità le gare saranno visibili “on-demand”, ovvero ogni qualvolta si desidera.” 

🔴🔴PREMIO MASSIMO TROISI. LA XX EDIZIONE SARA’ UNA DIGITAL EXPERIENCE. SPETTACOLI E COMPETIZIONI ON LINE, VISIBILI…

Pubblicato da Giorgio Zinno Sindaco su Martedì 15 dicembre 2020

 

Quello che sappiamo per ora riguardo la kermesse è che il 22 dicembre si terrà una conferenza stampa in cui verranno comunicati il calendario degli eventi e i numerosi ospiti attesi. La direzione artistica di questa versione digitale sarà affidata nuovamente a Gino Rivieccio, dato il successo della scorsa edizione. Al tutto si potrà assistere dalla piattaforma creata ad hoc per la premiazione.

La novità di quest’anno è la collaborazione con l’Università Degli Studi Di Salerno, la quale condurrà uno studio su “cosa e quanto fa ridere gli italiani”, analizzando le conversazioni social, l’interazione da parte del pubblico, della giuria e ovviamente il linguaggio comico. Quest’ultimo rientra sicuramente tra gli innumerevoli talenti del grande Massimo Troisi.

“Finanziato dalla Regione Campania, il Premio si avvarrà tra l’altro anche della collaborazione dell’ Università degli Studi di Salerno che sarà parte attiva della kermesse, attraverso la creazione di un indicatore per misurare “cosa e quanto fa ridere gli italiani” attraverso la valutazione e il monitoraggio delle conversazioni web e social, nonché attraverso report periodici sull’analisi dei linguaggi della comicità. Un vero d proprio osservatorio della comicità”.

Potrebbe anche interessarti