San Gennaro, attesa per il miracolo. L’abate: “Il sangue non si è sciolto, è solido”

san gennaro solido
Foto: Francesco Pipitone (immagine repertorio)

La liquefazione del sangue di San Gennaro non è avvenuta. Il sangue, per ora, resta solido. C’è quindi grande attesa per il miracolo che il santo patrono di Napoli compie ogni anno.

L’annuncio è stato dato dall’abate della Cappella di San Gennaro del Duomo di Napoli, monsignor Vincenzo De Gregorio, al termine della messa celebrata alle 9. Poche ma chiare parole:

“Quando abbiamo preso la teca dalla cassaforte  il sangue era assolutamente solido e rimane assolutamente solido”. 

E’ possibile seguire la diretta, con la venerazione della teca fino alle 12, sulla pagina Facebook della Cappella di San Gennaro.

Il 16 dicembre del 1631 San Gennaro riuscì a fermare una spaventosa eruzione del Vesuvio che nel giro di quarantotto ore che costò la vita a più di 4000 persone. Da allora oggi si celebra il ‘miracolo d’inverno’ con la liquefazione del sangue che avviene tre volte l’anno. Ogni volta che il sangue di San Gennaro è rimasto solido, sono avvenute sciagure in città.

Poche le persone presenti nel Duomo, nel rispetto delle misure anti-covid. Negli ultimi due anni, il miracolo di San Gennaro del 16 dicembre è però avvenuto nel tardo pomeriggio (con il sangue che da solido è diventano liquido). C’è infatti ancora tempo per assistere alla liquefazione del sangue che mai come quest’anno serve a dare speranza.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più