Conte: “Auspico riapertura scuola al 50% il 7 gennaio. Le soluzioni saranno locali”

conte scuolaConte – il Premier parla di rientro a scuola. Nella consueta conferenza stampa di fine anno il Premier Giuseppe Conte ha toccato vari argomenti tra cui il momento politico in cui vive il Paese oggi, sulla questione vaccini e sul rientro in classe il prossimo 7 gennaio.

Proprio su quest’ argomento il Premier ha detto: “Auspico che il 7 gennaio le scuole secondarie di secondo grado possano ripartire con una didattica integrata mista almeno al 50% in presenza, nel segno della responsabilità, senza mettere a rischio le comunità scolastiche. Se, come mi dicono, i tavoli delle prefetture, hanno lavorato in modo efficace, potremo ripartire quantomeno col 50%.

Abbiamo approfittato di dicembre per un ulteriore passo avanti, in una logica di massima flessibilità. Abbiamo coinvolto i prefetti, con tutte le autorità coinvolte, per una sintesi. Abbiamo compreso che il sistema è così integrato che non è possibile decongestionare i flussi attorno alla scuola, anche per il trasporto pubblico locale, se non si integrano i comparti diversi.

Le prefetture hanno avuto il compito di coordinare soluzioni flessibili, da valutare paese per paese, scuola per scuola. C’è stata disponibilità a differenziare gli orari di ingresso anche negli uffici pubblici“.

Conte parla poi di uno dei problemi principali relativi ai contagi nella scuola cioè il trasporto pubblico: “Il trasporto pubblico locale si è rivelato uno dei momenti più critici, se dovessimo rispettare le regole di distanziamento occorrerebbe quintuplicare la flotta dei trasporti ed è una cosa che ha dei limiti.

Ma abbiamo stanziato tre miliardi per sostituire la flotta dei bus e stanziato 390 milioni per favorire il noleggio dei mezzi privati. Sono iniziative che vanno messe a terra a livello regionale“.

Potrebbe anche interessarti