Capodanno in zona rossa, Lamorgese: “Faremo controlli anche sui social”

capodanno social

Il Governo è determinato a evitare qualsiasi rischio di assembramento in queste festività. Il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha infatti dichiarato che, per questo Capodanno, sono previsti controlli serrati anche sui social network.

I controlli verranno fatti non soltanto sulle strade, dove già abbiamo operato in questi giorni di Zona Rossa, ma anche online“, annuncia Lamorgese ai microfoni di Radio Capital. “Questa volta per le feste sappiamo che tramite richiami sui social, qualcuno sta cercando di individuare delle strutture dove riunirsi.

“Noi faremo gli interventi necessari affinché si eviti di ripetere ciò che è successo questa estate, quando con le discoteche aperte e la partecipazione dei giovani si è determinato un diffondersi ulteriore del virus. Bisogna assolutamente evitarlo”.

Così, per questo Capodanno gli italiani dovranno fare attenzione anche al loro utilizzo dei social. Organizzare una festa abusiva anche in piena zona rossa è relativamente facile, ma reggere a una terza ondata di contagi sarebbe di gran lunga più complicato.

D’altra parte, Lamorgese specifica che finora le sanzioni per mancata ottemperanza al dpcm Natale sono state poche. “C’è un grande senso di responsabilità, e d’altra parte in un momento in cui è iniziata la fase delle vaccinazioni, e stiamo vedendo la luce dopo un lungo periodo buio, il senso di responsabilità sono convinta che continuerà a prevalere, anche in questa fine anno così’ diversa dagli altri anni“.

Abbiamo messo in campo 70mila uomini, a cui dobbiamo aggiungere il personale della Polizia municipale, su tutto il territorio nazionale”, specifica a questo proposito il Ministro dell’Interno.

Potrebbe anche interessarti