Campania, saldi 2021 a rischio. Confesercenti: “Il Governo sia chiaro e tempestivo”

saldi 2021 confesercenti

I saldi 2021 in Campania non sono ancora iniziati e Confesercenti ha chiesto chiarezza in merito. C’è stata una riunione tra l’Assessore al Commercio e alle Attività produttive della Regione Campania, Antonio Marchiello, e le associazioni di categoria, come Confesercenti Campania. Il fulcro della riunione era la decisione sulla data di partenza dei saldi 2021 in Campania.

L’idea di Confesercenti è quella di partire l’11 gennaio in Campania, ma come sottolinea il presidente dell’associazione, Vincenzo Schiavo, questo sarà possibile solo se la Campania non sarà in zona rossa. Per questo si attendono le decisioni del Governo che verranno prese nei prossimi giorni. Al momento le date possibili sono l’11, il 12 o il 15 gennaio.

Queste le parole di Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania in merito alle decisioni da prendere sui saldi 2021: “La riunione di oggi  non ha ancora portato alla definizione dell’inizio dei saldi perché la Regione ha preso atto del nuovo innalzamento dei dati del contagio degli ultimi giorni ed è in tal senso in attesa del nuovo decreto legge che sancirà i comportamenti da tenere dopo il 6 gennaio e la zona che verrà assegnata alla Campania”.

“Confesercenti chiede al Governo Nazionale chiarezza e adeguata tempistica. L’incertezza ha fatto quasi più danni del Covid, è inaccettabile non avere ancora notizie certe da qui a tre giorni circa la riapertura delle attività commerciali

La trasparenza è fondamentale, mettendo in chiaro che i saldi potrebbero rappresentare una piccola ancora di salvezza per i nostri esercenti, potrebbero dare un po’ di ossigeno per consentire a qualcuno di sopravvivere. Ma solo se, ovviamente, la riapertura dei negozi sarà possibile e non soggetta a restrizioni. In ogni caso urge saperlo subito”.

Potrebbe anche interessarti