Napoli, nasce la ‘calza sospesa’ per i ragazzi dei quartieri disagiati


In occasione dell’Epifania, a Napoli non poteva mancare la ‘calza sospesa’, ennesima conferma dello spirito solidale che contraddistingue la città partenopea. L’iniziativa avrà luogo nella giornata di domani, 6 gennaio, presso il mercato Campagna Amica di Fuorigrotta, in via Guidetti 72 al parco San Paolo.

A Napoli arriva la ‘calza sospesa’

Il meccanismo rimane lo stesso, facendo riferimento alla celebre iniziativa del ‘caffè sospeso’ dalla quale hanno preso piede le più svariate iniziative. Non ultima, in piena pandemia, quella del ‘tampone sospeso’. Stavolta i cittadini lasceranno dolciumi, agrumi, marmellate e altre leccornie nelle apposite calze predisposte all’esterno del mercato. Rispettando il cosiddetto imperativo ‘chi può metta, chi non può prenda’.

“I prodotti raccolti saranno donati ad un’associazione benefica che si occupa dei ragazzi dei quartieri disagiati della metropoli. Un’iniziativa che rientra nell’impegno che gli agricoltori di Coldiretti da dicembre stanno portando avanti a favore delle fasce sociali colpite duramente dall’avvento del covid-19″ – spiega Coldiretti Napoli all’Ansa.

Quest’ultima per far fronte all’emergenza economica, ha già distribuito oltre 30 tonnellate di pasta e 8.000 kg di derrate alimentari. L’arrivo della pandemia, infatti, ha causato danni all’intero comparto economico facendo venir fuori sempre più nuove condizioni di povertà.

“Tra i nuovi poveri ci sono coloro che hanno perso il lavoro, piccoli commercianti o artigiani che hanno dovuto chiudere. Anche coloro che non godono di particolari sussidi, lavoratori a tempo determinato, persone con lavori saltuari probabilmente interrotti a causa delle limitazioni introdotte. Persone e famiglie che mai prima d’ora avevano sperimentato condizioni di vita così problematiche” – conclude Coldiretti Napoli.

EPIFANIA CON LA CALZA SOSPESA
DOMANI AL MERCATO SAN PAOLO

La solidarietà non si ferma e a Napoli arriva la “calza…

Pubblicato da Mercato Coperto Campagna Amica Fuorigrotta su Martedì 5 gennaio 2021

 

Diversi sono i commercianti e gli operai fortemente colpiti dalle restrizioni imposte. Dal settore ristorativo a quello dello sport, le perdite di quest’anno continuano a farsi sentire in ogni dove. A complicare il tutto la violenta mareggiata che ha colpito la città di Napoli lo scorso 28 dicembre, devastando gli esterni dei locali posti sul lungomare già messi in ginocchio dalle continue chiusure.

 

Potrebbe anche interessarti