Scuola, De Luca: “Non andremo ad una riapertura generalizzata. La situazione è delicata”

de luca riapertura scuole

Il Presidente Vincenzo De Luca, nel corso del consueto aggiornamento alla cittadinanza, ha toccato ancora una volta il tema della riapertura delle scuole, uno dei più dibattuti degli ultimi tempi.

De Luca sulla riapertura delle scuole

Queste le sue parole: “Dovremmo prendere decisioni nei prossimi giorni, nelle prossime ore. Oggi si riunisce l’Unità di Crisi per prendere decisioni che riguardano le scuole. Non credo che andremo ad un’apertura generalizzata. Probabilmente avremo un ulteriore incremento per le elementari.”

“Vorremmo impegnare i medici di medicina generale per fare centinaia di migliaia di tamponi antigenici al personale scolastico. Puntiamo ad un’apertura di massa delle scuole dopo aver fatto questa campagna di screening e di controllo sul personale. Questo ci pare un atto di grande responsabilità e tutela per studenti, famiglie e personale.”

“Ora tra tamponi, vaccinazioni, attività ordinaria negli ospedali abbiamo richieste da parte di tutte le categorie. Dobbiamo procedere in maniera ordinata. Mi è arrivata una richiesta dall’associazione degli albergatori sulla possibilità di vaccinare per l’estate i membri comparto turistico, per riattivarlo, cominciare a ricreare lavoro.”

“Oltre al personale scolastico abbiamo quello dei trasporti, servizi pubblici. Se cominciamo a fare l’elenco tutto diventa una priorità. Vediamo come evolve la situazione nei prossimi giorni e vi terremo aggiornati. Per quanto riguarda le scuole vorremmo avviare  questa campagna straordinaria di tamponi sul personale ma abbiamo bisogno dell’aiuto dei medici di medicina generale.”

“Discuteremo nelle prossime ore sul da farsi ma non credo ci siano le condizioni per aperture generalizzate neanche per il 50% perché siamo in una situazione delicata e dobbiamo vedere quello che succede entro gennaio.”

Dunque, le novità in arrivo potrebbero continuare a riguardare le classi della scuola primaria, proseguendo con la DAD per quelle restanti.