Crollo Arco Borbonico, interviene il Governo: “Sarà ricostruito”

arco borbonico crollato

L’Arco Borbonico, uno dei simboli della città partenopea crollato lo scorso 2 gennaio, sarà ricostruito. Lo ha annunciato il sottosegretario del ministro per i beni e le attività culturali Anna Laura Orrico che ha postato la notizia anche sul suo profilo Facebook.

L’Arco Borbonico sarà ricostruito

L’Arco, conosciuto come ‘o Chiavicone, aveva retto alla violenta mareggiata dello scorso 28 gennaio, eppure pochi giorni dopo è stato spazzato via. Complici il costante maltempo che si è abbattuto sulla città e la noncuranza degli addetti ai lavori denunciata da anni.

Una delle prime segnalazioni risale al gennaio del 2019, quando il giornalista e fotografo napoletano Giuseppe Farace lanciò l’allarme dello stato di pericolo del Molo e di un probabile ed imminente crollo. Spiacevole epilogo che poi ha caratterizzato l’inizio del nuovo anno.

Di qui l’attenzione del Governo e l’annuncio della Orrico: “L’arco borbonico di Napoli distrutto dall’ultima mareggiata sarà ricostruito.”

Il piano di intervento, come riportato da ‘Il Corriere del Mezzogiorno’, prevede: “Il recupero di tutti gli elementi crollati, il consolidamento della platea fondale e la realizzazione di una centina a sostegno della volta. Oltre alla ricollocazione degli elementi lapidei di rivestimento e la ricostruzione del contrafforte crollato».

Si sottolinea, inoltre, che si cercherà di avviare l’intervento di restauro nel più breve tempo possibile. Una buona notizia per l’intera città che recupererà un pezzo fondamentale del proprio patrimonio storico e culturale.

Potrebbe anche interessarti