Musei, si torna a vivere la bellezza: il primo giorno di riapertura è un successo

In Campania, secondo quanto previsto dalla normativa per le zone gialle, nei giorni feriali Musei e Parchi Archeologici riaprono ai visitatori. Già da oggi, primo giorno di apertura, nei siti campani è stata registrata una notevole affluenza. Dalla Reggia di Caserta ai Parchi di Pompei ed Ercolano, fino a giungere al MANN: il patrimonio storico e culturale della regione riprende vita dopo diversi mesi di stop.

Campania, Musei e Parchi Archeologici riaprono

Questa mattina, stando a quanto riportato dall’Agenzia Dire, sono stati 100 i visitatori che hanno deciso di perdersi tra le bellezze del Museo Archeologico Nazionale di Napoli. “Dopo qualsiasi catastrofe naturale molto spesso tutte le civilta’ del mondo festeggiavano con una celebrazione di tipo artistico. La riapertura dei musei sembra essere un passo in avanti proprio in questo senso” – ha raccontato Marina, una delle prime visitatrici.

“Questa pandemia ci ha limitato tantissimo, in tutto. Molte attività ci sono state impedite, tra cui quella di fruire dell’arte. Appena abbiamo appreso della riapertura dei musei ci siamo detti che visitare il Mann sarebbe stata la prima cosa da fare lunedì mattina” – ha continuato Fabrizio, 23enne giunto al museo insieme alla sua ragazza.

La tanto attesa riapertura è stata annunciata anche tramite social, con una dolce foto che ritrae Enrico e Simona, i primi bambini che hanno visitato il MANN questa mattina, e un’altra in cui si legge: “Felicità è questo. Tornare a vivere la bellezza.”

Alle 16:00 era già stato raggiunto il traguardo dei 150 visitatori. Tra loro molti bambini e gli allievi del corso di Laurea triennale in Hospitality Management della Federico II.

In vista della riapertura sono state prorogate le promozioni riservate ai visitatori: con la Open Mann è possibile accedere tutto l’anno al costo di 10 euro. Con soli 5 euro in più, l’ingresso è garantito per due. Simili bonus sono stati pensati dal Museo e Real Bosco di Capodimonte, con ingressi omaggio e altre novità.

Anche quest’ultimo ha diffuso le foto dei primi visitatori: “Bentornati, è bellissimo ripartire insieme a voi dall’arte e dalla natura.”

Ha fatto il pieno di visite anche la Reggia di Caserta: “In compagnia del nostro pubblico, italiano e straniero, in arrivo da Caserta, Napoli e tutta la regione, finalmente.”

Riaperti anche gli scavi di Pompei e il Museo Archeologico di Stabia, oltre agli Scavi di Ercolano e il Parco Archeologico di Paestum, tutti lieti di ripartire. Intanto, nel giorno in cui riprende l’attività dei più grandi siti campani, giunge un ulteriore traguardo culturale per la Campania: Procida è stata eletta Capitale della Cultura 2022.

Potrebbe anche interessarti