Covid, 9 nuovi ambulatori all’Ospedale Betania: Napoli combatte l’emergenza

Da stamattina l’Ospedale Evangelico Betania di Ponticelli può contare su 9 nuovi ambulatori. Il nosocomio partenopeo si prepara a garantire una continuità nell’assistenza dei pazienti anche nel pieno dell’emergenza covid, che rischia di degenerare in qualunque momento.

Gli ambulatori sono stati allestiti in una struttura costruita in tempi record nello spazio attiguo all’ospedale. Serviranno a far fronte alle diverse richieste dei pazienti, che nei mesi scorsi sono state penalizzate fortemente dalla necessità di rimodulare gli spazi interni in funzione delle restrizioni e dal distanziamento imposto dall’emergenza sanitaria, oltre che per consentire il pre-triage del Pronto Soccorso.

I nuovi ambulatori funzioneranno tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle ore 8 alle 19. Con la loro apertura sarà possibile ripristinare le attività assistenziali delle diverse specializzazioni sospese o ridotte nei mesi scorsi a causa della pandemia.

Nella struttura attigua all’ospedale hanno trovato posto le attività ambulatoriali di chirurgia, ortopedia, biologia (test), nutrizione e obesità, senologia, ginecologia, cardiologia e i prelievi. L’ospedale conta anche gli ambulatori solidali, sostenuti dalla Fondazione Evangelica Betania, che sono un punto di riferimento per migliaia di immigrati, poveri ed emarginati non solo del territorio.

Ai nuovi ambulatori i pazienti avranno accesso seguendo le procedure previste dalla normativa Covid nel rispetto delle misure di sicurezza e del distanziamento. Queste le parole di Cordelia Vitiello, presidente della Fondazione Evangelica Betania:

“Come ospedale religioso, per noi, la cura dei malati, soprattutto quelli più in difficoltà, viene prima di ogni altra cosa. Per questo, nonostante le difficoltà economiche dei mesi scorsi derivanti dalle limitazioni all’attività ordinaria imposte dall’emergenza sanitaria, abbiamo fatto questo investimento per consentire il regolare svolgimento delle attività ambulatoriali fortemente penalizzate nel 2020. I nuovi ambulatori sono stati realizzati interamente con fondi propri messi a disposizione dalle Chiese fondatrici”.

Potrebbe anche interessarti