Gattuso contro tutti: “Qui prendo schiaffi tutti i giorni. Sono deluso dal presidente”

gattuso de laurentiisNapoli – Gattuso infuriato con De Laurentiis. Che Napoli non fosse una piazza facile si sapeva, giornali locali ostili, tifosi che chiedono tanto e un presidente non proprio affabile fanno da cornice a molti cambi di allenatore in questi anni.

Video – Ultras a colloquio con Insigne e Gattuso

L’ultimo arrivato, Gennaro Gattuso, sta subendo molte critiche nonostante l’ottimo posizionamento in classifica, una semifinale di Coppa Italia conquistata e un’Europa League tutta da giocare. Proprio per questo motivo, alla fine della partita vinta per 2 a 0 contro il Parma, “Ringhio” si è sfogato ai microfono di Sky Sport contro tutti quelli che in queste ultime settimane l’hanno messo in discussione, De Laurentiis compreso.

Mi sento a mio agio quando sono a Castel Volturno con i miei giocatori, non mi sento a mio agio con quello che sta succedendo qua negli ultimi giorni. Credo fortemente nelle emozioni e in quello che faccio ma da un po’ l’aria che respira non mi piace.

Il rapporto con il presidente è sempre stato buono, non posso negare che dopo gli ultimi 15-20 giorni da parte mia un po’ di delusione per tutto quello che è successo c’è. Ho però grandissimo rispetto, non mi ha fatto mai mancare nulla, mi ha dato la possibilità di allenare una squadra forte e appena gli ho chiesto un giocatore (Bakayoko, ndr) me l’ha comprato.

Delusione perché penso siano stati contattati altri allenatori? Credo solo che la situazione sia stata gestita male, dico solo questo. Io sono una persona corretta, tante squadre mi hanno chiamato ma non ho parlato con nessuno. Se avessi avuto percezione che la squadra non ci seguiva, era meglio andare a casa. Voglio fare il mio lavoro come so.

Qui sto prendendo schiaffi a destra e a manca tutti i giorni, sembra che siamo penultimi in classifica. Alla fine si smanetta sul web e si legge tanto, ai giocatori qualcosa in testa rimane. Io non leggo nulla perché non voglio farmi del male da solo. Io devo lavorare, poi magari perdo due partite e sono di nuovo in discussione. Però credo non si possa lavorare così”.

Un duro attacco quello di Gattuso a De Laurentiis per la gestione della “crisi” e anche ai tifosi che non fanno che criticare e non supportare la squadra. I ragazzi in campo invece sono tutti con lui come si è potuto ben vedere dopo il gol del 2 a 0 quando sono andati in panchina ad abbracciarlo.

Potrebbe anche interessarti