Coronavirus, sì al vaccino Moderna sulle donne in gravidanza

incinta

Buone notizie per le donne in gravidanza, che potranno ricevere il vaccino Moderna contro il Coronavirus. Era stata sconsigliata la somministrazione del vaccino Pfizer-BioNTech sulle donne in dolce attesa, mentre quello di Moderna pare sia più indicato.

A comunicarlo è la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità: “In base a ciò che sappiamo su questo tipo di vaccino non abbiamo alcun motivo per credere che ci saranno rischi specifici che superino i benefici della vaccinazione nelle donne in gravidanza”.

L’OMS ha modificato le sue linee guida sul vaccino anti-Coronavirus prodotto da Moderna e il suo utilizzo in gravidanza, anche se al momento i dati a disposizione sono molto pochi. Per questo motivo, viene precisato quando usarlo: “Le donne incinte ad alto rischio di esposizione a Sars-CoV-2 (come gli operatori sanitari) o che hanno comorbidità che si aggiungono al rischio di malattia grave, possono essere vaccinate in consultazione con il proprio medico“.

In merito si è espressa anche l’Aifa, Agenzia italiana del farmaco, che ha precisato che l’uso del vaccino sia in gravidanza che in allattamento deve essere prima concordato con un operatore sanitario o con il primo medico e considerare sia benefici che rischi. Queste le parole dell’Aifa:

I dati sull’uso di questi vaccini durante la gravidanza e in allattamento sono tuttora molto limitati, tuttavia studi di laboratorio su modelli animali non hanno mostrato effetti dannosi. I vaccini non sono controindicati e non escludono a priori le donne in gravidanza dalla vaccinazione, perché la gravidanza, soprattutto se combinata con altri fattori di rischio come il diabete, le malattie cardiovascolari e l’obesità, potrebbe renderle maggiormente esposte a rischi in caso di malattia Covid-19 grave“.

Potrebbe anche interessarti