Covid, Sileri: “Non condanno gli assembramenti. I ristoranti devono riaprire anche di sera”

Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute, intervenuto questa mattina alla trasmissione ‘I fatti vostri’, su Rai2, si è detto favorevole alla riapertura dei ristoranti nelle ore serali.

Sileri: sì alla riapertura dei ristoranti di sera

Numerose le polemiche suscitate dagli affollamenti che hanno caratterizzato le grandi città d’Italia, tornate quasi tutte in zona gialla, nello scorso weekend. A tal proposito, Sileri ha dichiarato: Io non condanno gli assembramenti mostrati in TV domenica. Nel vedere persone che passeggiano lontano dagli altri e con la mascherina non c’è assolutamente nulla di male. Anzi hanno fatto bene ad uscire con quella bella giornata che c’era. Ciò purché si rispettino le regole.

Per l’esperto una riapertura progressiva, in sicurezza, è necessaria: “Col progredire della vaccinazione devono, e sottolineo devono, riaprire i ristoranti anche la sera, lasciando il limite del coprifuoco. Dobbiamo far tornare le persone alle proprie attività, a una vita con una nuova normalità e con nuove garanzie, pronti a fare un passo indietro con l’arrivo di eventuali varianti. Ma almeno fino a quel momento qualche passo avanti dobbiamo farlo.”

“Non dimentichiamo che esiste anche un’immunità acquisita col passaggio del virus. Consideriamo che sono diversi i milioni di italiani che hanno contratto il covid-19. Non avranno una copertura assoluta ma qualcosa c’è.”

Quanto alle previsioni sul periodo estivo, Sileri ha detto: “Avere più vaccini consentirebbe una rapidità maggiore. Io credo che con la primavera potrebbe andare meglio, come abbiamo detto anche lo scorso anno. A ciò si aggiunge che le chiusure, la ripartizione in fasce di colore hanno evitato terza ondata. Ora è difficile fare previsioni ma avere più persone vaccinate di sicuro renderà tutti più liberi.”

Sul versante opposto, invece, il parere del virologo Andrea Crisanti. Quest’ultimo, infatti, volendo fare una previsione della situazione nel periodo estivo ha messo in discussione la possibilità di poter ripopolare le spiagge.

 

Potrebbe anche interessarti