Agguato di camorra a Ponticelli. Colpita la donna del clan Bossa

carabinieri

E’ successo poco prima dell’una di notte davanti la villa comunale del comune di Ponticelli. Un uomo a bordo di uno scooter, con il viso coperto da un casco, si è avvicinato ad un gruppo di persone e ha teso un agguato ad Anna Bossa De Luca, 39 anni, figlia di Teresa reggente dell’omonimo clan, detenuta al 41 bis.

Come riferisce Il Mattino,è stata ferita con sette colpi d’arma da fuoco, alla spalla, gomito, bacino e ad entrambe le gambe. Trasportata a Villa Betania intorno alle 4 del mattino, in condizioni gravissime ma non in pericolo di vita, è stata trasferita successivamente al Cardarelli.

Alla donna, nel gennaio del 2013, i killer le uccisero il figlio diciannovenne Antonio Minichini. Il nucleo investigativo del Comando provinciale e i militari della compagnia di Poggioreale stanno indagando sull’accaduto.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più